Boninsegna duro: “L’Inter? Roba da Scherzi a parte”

Boninsegna duro: “L’Inter? Roba da Scherzi a parte”

“La Juventus è fortissima anche se ieri ha trovato un’Inter allo sbando. I bianconeri stanno dominando in Italia da diversi anni. Ma certi errori commessi dalla squadra di Mazzarri mi sono parsi incredibili. Sembrava di essere su Scherzi a parte”.Roberto Boninsegna analizza ai microfoni di Radio Anch’io lo Sport su…

“La Juventus è fortissima anche se ieri ha trovato un’Inter allo sbando. I bianconeri stanno dominando in Italia da diversi anni. Ma certi errori commessi dalla squadra di Mazzarri mi sono parsi incredibili. Sembrava di essere su Scherzi a parte”.Roberto Boninsegna analizza ai microfoni di Radio Anch’io lo Sport su Radio1 il big match di ieri vinto 3-1 dai bianconeri allo Stadium. L’ex bomber campione d’Italia nel 70-71 con la maglia nerazzurra è duro nei confronti del club di Thohir: “Il cambiamento societario ha influito ma vedere giocare così male la squadra è davvero triste. Quello che è successo settimana scorsa con lo scambio Vucinic-Guarin ha dell’incredibile. Il fatto che la curva si sia anteposta a Fassone e Branca la dice lunga. I supporter non volevano questo scambio. C’è un vuoto di potere”.  Poi una critica a Mazzarri: “La classifica parla chiaro, l’Inter è fuori da tutto. Sparare sull’Inter è come sparare sulla Croce Rossa. Quando le cose van male le colpe le prende l’allenatore. L’Inter non può giocare con una sola punta, devono essere gli altri a preoccuparsi non la formazione nerazzurra. Sul lancio di Pirlo doveva esserci Kovacic, addirittura stava marcando Lichtsteiner. Nagatomo marcava Vidal: c’è una confusione incredibile. La squadra è allo sbando, Nagatomo pensava di giocare una partita tra scapoli e ammogliati. Mazzarri deve ricredersi su Ranocchia. Visto quello che ha combinato ieri la difesa colabrodo, credo che l’Inter debba investire pesantemente sul reparto arretrato”. 

 

Con l’arrivo di Osvaldo, la Juve si trova ad avere in rosa ben 6 attaccanti: “L’abbondanza nel reparto offensivo della Juventus può creare problemi. Osvaldo non è disponibile a far panchina. Con giocatori del calibro di Tevez e Llorente non si sa chi lasciar fuori. Pensavo che qualcuno potesse andare via perché ne basterebbero 4. Addirittura Conte ne ha 6, deve essere bravo a gestirli”

sportmediaset

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy