• SUL CAN. 669 DELLA TUA TELEVISIONE TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Brasile 2014, il calcio d’inizio mondiale sarà bionico

Brasile 2014, il calcio d’inizio mondiale sarà bionico

Mancano cinquanta giorni all’evento calcistico dell’anno. E mentre milioni di brasiliani tornano al lavoro dopo le lunghe vacanze pasquali – un “feriadão” come lo chiamano da queste parti – ce n’è uno che non ha perso un minuto pur di regalare al mondo il più sorprendente calcio d’inizio della storia…

di redazionecittaceleste

Mancano cinquanta giorni all’evento calcistico dell’anno. E mentre milioni di brasiliani tornano al lavoro dopo le lunghe vacanze pasquali – un “feriadão” come lo chiamano da queste parti – ce n’è uno che non ha perso un minuto pur di regalare al mondo il più sorprendente calcio d’inizio della storia del pallone, che non sarà quello tra Brasile e Croazia in programma il prossimo 12 giugno a San Paolo. Con le sue ricerche, il neuroscienziato Miguel Nicolelis permetterà a un ragazzo paraplegico di alzarsi dalla sedia a rotelle, correre sull’erba dell’Arena Corinthians e colpire una palla davanti a milioni di persone durante la cerimonia di apertura del Mondiale. 

 

Un esoscheletro per tornare a camminare – Il progetto che renderà possibile il miracolo scientifico ha un nome e uno strumento: si chiama “Andar de Novo” (camminare ancora) e vedrà protagonista un esoscheletro (un “vestito” robotico) che avrà il compito di sostenere il corpo di una persona colpita da paralisi totale degli arti inferiori. Un computer montato sulla sua schiena tradurrà le intenzioni di movimento, raccolte da un casco speciale posto sulla testa del paziente, in azioni concrete e fluide.
Il calciatore bionico che tirerà il calcio d’inizio avrà tra i 25 e i 35 anni: sarà scelto tra gli otto che dallo scorso dicembre partecipano ai test nei laboratori di neuro-biotica dell’associazione Santos Dumont di San Paolo, un centro scientifico d’avanguardia a metà tra una palestra e una catena di montaggio. Nelle sale del laboratorio, decorate con le gigantografie delle vittorie del Brasile durante le varie edizioni dei mondiali, l’equipe coordinata dal professor Nicolelis sta mettendo a punto l’esoscheletro, realizzato dal ricercatore dell’Università Tecnica di Monaco Gordon Cheng e insegnando ai tester a camminare di nuovo usando la tecnologia. 



Sarà possibile sentire l’erba sotto i piedi- Ma oltre a recuperare la possibilità di usare le gambe, il vestito robotico permetterà al giocatore di sentire anche il contatto con il campo. Una pelle artificiale posta sotto i suoi piedi gli trasmetterà la sensazione dell’erba. Il “segnale” sarà trasmesso sulle braccia ingannando di fatto il cervello che, convinto di chiedere al corpo di camminare, percepirà la sensazione come se venisse dalle gambe. 
Obiettivo: superare la sedia a rotelle – Sarà un’apertura di Mondiale speciale, insomma. Un’occasione per il Brasile di mostrarsi all’avanguardia anche dal punto di vista scientifico, oltre che sportivo, con un’invenzione rivoluzionaria che potrebbe cambiare radicalmente la vita di molte persone e sostituire per sempre le sedie a rotelle. «Sarà come la prima macchina di Henry Ford», ha dichiarato senza falsa modestia Nicolelis, che lavora per la prestigiosa università americana Duke nella Carolina del Nord, a O Globo. L’obiettivo dello scienziato è arrivare a produrre la sua invenzione in serie e renderla accessibile anche alle persone meno abbienti. 

Lo scorso mese l’equipe di “Andar de Novo” ha compiuto una serie di test sull’esoscheletro durante alcune partite di calcio negli stadi di San Paolo. Lo scopo era verificare che le radiazioni emanate dai cellulari presenti sugli spalti non interferissero con la macchina. Il rischio che l’esoscheletro potesse comportarsi in maniera bizzarra durante la cerimonia d’apertura dei mondiali era concreto. I risultati delle prove sono stati molto incoraggianti e adesso non rimarrà che continuare a provare l’esoscheletro e dargli un aspetto sempre più umano. Un designer brasiliano sta già lavorando al modello che debutterà durante la cerimonia del 12 giugno. L’unico dettaglio che trapela dal laboratorio è sul colore: l’esoscheletro sarà dipinto di verde-oro.

http://sport.sky.it/

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy