Brutta notizia per i tifosi del Milan: la Sud ammorbata. Tutto vietato, dagli striscioni ai megafoni.

Brutta notizia per i tifosi del Milan: la Sud ammorbata. Tutto vietato, dagli striscioni ai megafoni.

La Gazzetta dello Sport in edicola stamane, si chiede come sarà l’accoglienza di San Siro a Clarence Seedorf, considerato che, anche questa sera, il cuore del tifo rossonero non potrà esporre striscioni e sventolare i bandieroni in seguito alla decisione dalla questura milanese dopo gli incidenti di Milan-Ajax. La Curva…

La Gazzetta dello Sport in edicola stamane, si chiede come sarà l’accoglienza di San Siro a Clarence Seedorf, considerato che, anche questa sera, il cuore del tifo rossonero non potrà esporre striscioni e sventolare i bandieroni in seguito alla decisione dalla questura milanese dopo gli incidenti di Milan-Ajax. La Curva Sud – scrive la rosea – aveva regolarmente inoltrato al Milan la richiesta di autorizzazione come materiale coreografico, in quanto striscioni e bandiere sono di grandi dimensioni, ma il Gos (Gruppo Operativo Sicurezza) non ha autorizzato il club. A questo punto è ipotizzabile che la Curva rossonera faccia ricorso al Tar per far valere le proprie ragioni, in quanto non è ipotizzabile, per ragioni di costi e tempi, cambiare tutti gli striscioni e le bandiere sui quali compare il viso di un ragazzo coperto da un foulard, immagine che il Gos considera come istigazione alla violenza. E così anche oggi la Curva Sud apparirà senza colore. Vietati anche i megafoni e negli ultimi tempi si sono moltiplicati daspo e multe per chi non sta al proprio posto o lancia i cori dalla transenna. Eppure, nonostante tutto, i ragazzi della Sud vorrebbero almeno tirare fuori la voce per salutare il novo allenatore. (TMW)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy