C’è il nuovo allenatore del Milan: è Seedorf. Firmato preaccordo a Roma il 19 Dicembre.

C’è il nuovo allenatore del Milan: è Seedorf. Firmato preaccordo a Roma il 19 Dicembre.

Ormai sembrano esserci pochi dubbi: Clarence Seedorf sarà il nuovo allenatore del Milan nella prossima stagione al posto di Massimiliano allegri, il cui contratto scade a giugno 2014. L’olandese, fortemente voluto dal presidente Silvio Berlusconi, avrebbe battuto la concorrenza di Inzaghi e Prandelli, anche loro in corsa per sedersi sulla…

Ormai sembrano esserci pochi dubbi: Clarence Seedorf sarà il nuovo allenatore del Milan nella prossima stagione al posto di Massimiliano allegri, il cui contratto scade a giugno 2014. L’olandese, fortemente voluto dal presidente Silvio Berlusconi, avrebbe battuto la concorrenza di Inzaghi e Prandelli, anche loro in corsa per sedersi sulla panchina milanista. La svolta sarebbe arrivata il 19 dicembre, quando il numero uno rossonero si sarebbe incontrato a Roma con Seedorf e gli avrebbe fatto firmare un preaccordo. Attualmente, l’ex numero 10 del Milan è ancora sotto contratto con il Botafogo fino a giugno, ma non è intenzionato a prolungarlo: “Ogni volta che termina una stagione c’è la possibilità di cambiare e trasferirsi da qualche altra parte” sono state le parole dell’olandese dopo l’ultima partita della stagione del Brasilerao. Il suo futuro si tingerà quindi presto nuovamente di rossonero, questa volta però nelle vesti di allenatore dopo 10 anni da giocatore: Seedorf otterrà ad aprile il patentino dalla federazione olandese, che gli permetterà così di sedersi sulla panchina del Milan. In questi giorni, Adriano Galliani si trova in Brasile per le festività natalizie e i due potrebbero incontrarsi per iniziare a programmare la stagione 2014-2015: l’argomento principale del summit sarà il mercato, con il futuro tecnico milanista che consegnerà la sua “lista della spesa”.

In questo periodo, tra i tifosi, c’è una divisione tra coloro che sono d’accordo con la scelta di affidare a Seedorf la panchina del Milan e chi non lo è. Tra i primi, c’è anche Ricardo Kakà, che è convinto che Clarence potrà fare bene anche se questa sarà la sua prima esperienza da allenatore: “Clarence dà sempre il meglio in tutto quello che fa e sono sicuro che farà benissimo anche da allenatore, anche se c’è molto da imparare. Non so come potrebbe essere per lui iniziare proprio dal Milan, ma credo che possa cavarsela bene”.

Seedorf è stato scelto personalmente da Berlusconi, che avrebbe trovato in lui la persona giusta a cui affidare il Milan dei prossimi anni. Il presidente rossonero spera di avere una nuova grande intuizione per la panchina milanista, proprio come è accaduto con Sacchi e Capello, che erano quasi degli sconosciuti quando vennero scelti come nuovi allenatori del Milan. L’attuale ct della Russia ha espresso nei giorni scorsi il suo pensiero su questa scelta, spiegando di non essere completamente d’accordo: “Clarence ha stoffa e sono rimasto in ottimi rapporti con lui. Ricordo che sono stato io a consigliargli di andare a giocare in Brasile: aveva in testa opzioni come paesi arabi o Russia un anno fa. Evidentemente quest’esperienza gli sta facendo bene, ma prendere subito la responsabilità del Milan è un’altra cosa”. Tanti addetti ai lavori non sono convinti di questa decisione di Berlusconi, il quale però è certo che Seedorf sia la scelta migliore per la panchina rossonera. Chi avrà ragione? Solo i risultati sul campo potranno stabilirlo…(TMW)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy