CHOC – Schumacher: Medici sotto Accusa

CHOC – Schumacher: Medici sotto Accusa

Per Michael Schumacher, la leggenda della Formula Uno, si è perso tempo prezioso nelle ore dopo il suo incidente sugli sci, perché i medici sulla scena avrebbero fatto errori cruciali, questo è quanto sostenuto da una rivista tedesca. La deviazione dell’elicottero dei soccorsi fatta da Meribel, località sciistica dove cadde,…

di redazionecittaceleste

Per Michael Schumacher, la leggenda della Formula Uno, si è perso tempo prezioso nelle ore dopo il suo incidente sugli sci, perché i medici sulla scena avrebbero fatto errori cruciali, questo è quanto sostenuto da una rivista tedesca. La deviazione dell’elicottero dei soccorsi fatta da Meribel, località sciistica dove cadde, in un ospedale locale ha aggravato la sua condizione perché il viaggio di una unità specializzata che avrebbe impiegato 20 minuti per un volo diretto, alla fine ci ha messo un’ora. ’L’elicottero è arrivato immediatamente a seguito di una chiamata di emergenza arrivata alla stazione a monte. Si può vedere subito: è rimasto ferito nella brutta caduta, il suo casco è stato distrutto, Schumacher sanguina. Il sospetto di gravi lesioni alla testa è evidente. Ma il famoso sciatore è cosciente. Si decide quindi di portarlo a bordo e partire rapidamente‘. La rivista tedesca Stern sostiene che la decisione di portare Schumacher, 45 anni, in una clinica a Moutiers, piuttosto che accompagnarlo immediatamente all’Ospedale dell’Università di Grenoble – dove si trova attualmente in coma farmacologico – è stato un errore enorme. Stern afferma di avere una fonte medica in Francia.

 

Le rivendicazioni sono simili a quelle fatte dall’ex medico di Formula Uno Gary Hartstein due settimane fa. Hartstein ha sostenuto che i medici giunti sulla scena non hanno dato la giusta importanza alla gravità delle lesioni del gigante delle corse automobilistiche. Erano troppo ‘ottimisti’. Questo molto probabilmente è accaduto perché Schumacher era cosciente e sembrava avere il pieno controllo dei suoi sensi mentre era ancora sulla pista dove si è fracassato la testa sulle rocce. Ma più tardi, quella notte stessa, ha subito due operazioni di emergenza e, ad un certo punto, i medici avevano dubbi che sarebbe sopravvissuto fino al mattino. ‘Perdere tempo aumenta sempre ulteriormente il rischio per il paziente, in questi casi‘, si legge su Stern in un lungo articolo a proposito dell’incidente avvenuto il 29 dicembre. ‘In medicina è ampiamente risaputo che ogni minuto è di vitale importanza per chi ha subito una così grave lesione cerebrale. Il tempo impiegato per dare il primo soccorso nella clinica di Moutiers dove è stato intubato e la successiva decisione di portarlo invece a Grenoble, ha fatto si che Schumacher peggiorasse rapidamente. L’intubazione e la ventilazione avrebbe dovuto essere effettuata prima che l’elicottero decollasse dalla pista‘. L’ospedale di Moutiers dice che è entrato in coma sul volo e aveva bisogno di essere trattato per il proseguimento del viaggio. Anche Hartstein, l’ex medico capo della Formula Uno, ha sostenuto che per Schumacher si sono perse ore di vitale importanza perché è stato trasportato in elicottero all’ospedale ‘sbagliato. Tu non porti pazienti con un sospetto trauma cranico in un ospedale che non ha il reparto di neurochirurgia. Non ha proprio senso‘. (Leggilo.net)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy