Clima pesante a Udine per il Milan

Clima pesante a Udine per il Milan

Non arrivano buone notizie da Udine per i colori rossoneri. La squadra di Guidolin, autentica delusione della stagione in corso, arriva da una settimana più che complicata: obbligata al ritiro nonostante la contrarietà di giocatori e staff tecnico, la squadra bianconera ha subito in settimana la pesante lavata di capo…

Non arrivano buone notizie da Udine per i colori rossoneri. La squadra di Guidolin, autentica delusione della stagione in corso, arriva da una settimana più che complicata: obbligata al ritiro nonostante la contrarietà di giocatori e staff tecnico, la squadra bianconera ha subito in settimana la pesante lavata di capo da parte di Pozzo, che stanco dell’eccessiva rilassatezza in campo ha voluto mandare un messaggio forte a tutto l’ambiente, pur ribadendo tramite il proprio sito ufficiale piena fiducia all’allenatore.

Come però riporta TuttoUdinese.it, nessuno è più certo del proprio futuro a Udine, a partire proprio da Guidolin. Per l’artefice delle ultime tre stagioni di altissimo livello dei bianconeri (chiaccherato anche in chiave Nazionale per il post Prandelli), ma anche per molti giocatori, questo finale di stagione potrebbe essere determinante per stabilire la permanenza in Friuli per la prossima stagione. A partire dalla sfida di questa sera contro il Milan.

In questa situazione, le zebrette sono chiamate ad una prova di puro orgoglio, da giocarsi col coltello tra i denti. Niente di più scomodo per i rossoneri, che si troveranno di fronte una schiera di giovani ricchi di talento, pungolati e caricati a molla per un’intera settimana che dovranno giocare ogni pallone come se fosse l’ultimo. Neppure il sempre pacato ambiente di Udine ha più molta pazienza, come si è notato nelle ultime settimane con alcuni giocatori beccati da qualche fischio allo stadio.

Difficile stabilire chi Guidolin sceglierà di mandare in campo dopo la disastrosa prova di Cagliari e gli allenamenti settimanali, in cui tra l’altro erano assenti i numerosi nazionali presenti in rosa. Sicuramente qualche variazione rispetto alla gara dell’ultimo turno ci sarà, con il possibile passaggio alla difesa a 4 come ipotesi da non scartare. Non è certo la qualità che manca ad Udine, con il tecnico che avrà l’imbarazzo della scelta, avendo a disposizione quasi tutta la rosa ad eccezione dello squalificato Danilo e dell’infortunato Lazzari.

(fonte:ilveromilanista.it)

 

Con certezza il Milan, che inevitabilmente avrà la testa più proiettata verso la sfida di Madrid della prossima settimana, dovrà fare molta attenzione alla gara di Udine, per cercare di evitare brutte figure e duri colpi ad un morale che è tornato alto dopo le belle prestazioni dell’ultimo mese.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy