Como, morto lo speleologo disperso

Como, morto lo speleologo disperso

13:21 – E’ stato recuperato il corpo di Gianluca Girotto, lo speleologo di 46 anni, di Aosta, disperso in una grotta sui monti della Valle del Nosè, nel Comasco. L’uomo, percorrendo uno scivolo di circa 30 metri lungo la parte aerea della grotta, era caduto nel cunicolo ed era stato…

13:21 – E’ stato recuperato il corpo di Gianluca Girotto, lo speleologo di 46 anni, di Aosta, disperso in una grotta sui monti della Valle del Nosè, nel Comasco. L’uomo, percorrendo uno scivolo di circa 30 metri lungo la parte aerea della grotta, era caduto nel cunicolo ed era stato travolto da un torrente sotterraneo. La grotta è lunga circa 9 chilometri ma solo il primo tratto è normalmente percorribile dagli speleologi.  Il corpo è stato ritrovato dai soccorritori a 80 metri di profondità nelle acque del torrente che lo aveva travolto. Probabile che sia morto annegato ma non è escluso che abbia riportato lesioni dopo la caduta. Girotto, sposato e con due figli, era considerato uno speleologo esperto.

 

Forse l’incidente potrebbe essere stato causato dalla forte umidità presente sulle pareti della grotta e questo abbia favorito la caduta. Lo speleologo valdostano pare fosse proprio intento ad osservare il torrente, in questi giorni particolarmente ingrossato, quando è scivolato ed è finito in acqua. Da quel momento i compagni non l’hanno più visto, e uno di loro è salito in superficie per dare l’allarme. Le ricerche sono state particolarmente difficili per il livello e l’impetuosità delle acque.

Tgcom24

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy