“Con la maglia bianconera mi avvicinai faccia a faccia all’arbitro e lo mandai a fanculo, lui abbassò la testa e fece finta di non sentire”.

“Con la maglia bianconera mi avvicinai faccia a faccia all’arbitro e lo mandai a fanculo, lui abbassò la testa e fece finta di non sentire”.

FLASH – Intervistato ai microfoni di ‘Radio Manà Manà Sport’, Pasquale Bruno non le manda a dire: “Con l’arbitro straniero Juve e Fiorentina partono alla pari. La Juve in Italia non ha rivali, questa però è una partita di Coppa, l’arbitro è internazionale, è neutrale e non avverte la sudditanza.…

FLASH – Intervistato ai microfoni di ‘Radio Manà Manà Sport’, Pasquale Bruno non le manda a dire: “Con l’arbitro straniero Juve e Fiorentina partono alla pari. La Juve in Italia non ha rivali, questa però è una partita di Coppa, l’arbitro è internazionale, è neutrale e non avverte la sudditanza. Juve e Fiorentina hanno il 50% di passare il turno. In Italia la Juventus è protetta dai direttori di gara, con la maglia bianconera mi avvicinai faccia a faccia all’arbitro e lo mandai a fanculo, lui abbassò la testa e fece finta di non sentire. Con quella del Toro e della Fiorentina, invece, ho ricevuto 8 giornate di squalifica“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy