Di Marzio: ‘Direttore, lo prendiamo Alexis Sanchez? E’ dura”

Di Marzio: ‘Direttore, lo prendiamo Alexis Sanchez? E’ dura”

Gianluca Di Marzio ha fatto il punto sulla trattativa Juventus-Barcellona per Alexis Sanchez dalle pagine di “calciomercato.com”: “Neanche il tempo di scendere dalla macchina. “Direttore, lo prendiamo Sanchez?”, Marotta tenta una finta poi sorride e guarda il tifoso sussurrando “é dura…”, prima di entrare nell’aula dell’Università LIUC. Siamo a Castellanza,…

Gianluca Di Marzio ha fatto il punto sulla trattativa Juventus-Barcellona per Alexis Sanchez dalle pagine di “calciomercato.com”:

“Neanche il tempo di scendere dalla macchina. “Direttore, lo prendiamo Sanchez?”, Marotta tenta una finta poi sorride e guarda il tifoso sussurrando “é dura…”, prima di entrare nell’aula dell’Università LIUC. Siamo a Castellanza, provincia di Varese, qui dove chi va meglio agli esami paga di meno. Il convegno riguarda il sistema dei trasferimenti e una ricerca commissionata dal’ECA, i dati sono interessanti e riguardano le sessioni di mercato di 2012 e 2013, studiando i primi cinque campionati d’Europa: una valanga di parametri zero (il 73%), milionate per gli agenti, prestiti su prestiti, più un triste primato. 

Siamo quelli che spendiamo di più nei trasferimenti per extracomunitari: oltre 250 milioni, il doppio della seconda in classifica (la Francia), una differenza abissale con Olanda, Germania e Spagna che non hanno toccato nemmeno i 30. Perché? Loro valorizzano i giovani, locali, mentre noi andiamo a comprare fuori, spesso male. Il risultato é che loro hanno squadre nazionali (anche le Under) molto più competitive delle nostre, noi abbiamo il 56% dei giocatori non convocabile dal Ct. Il convegno si scalda, Macalli rivendica spazio per la sua Lega Pro, Abete fa capire che le comproprietà spariranno presto, Marotta sottolinea orgoglioso che “siamo gli unici ad avere una scuola interna per i ragazzi”, perché il giocatore va istruito e costruito anche come uomo. 

Mi riservo l’ultima su Conte, scattano gli applausi come fossimo allo Juventus Stadium: “È nostro dovere trattenerlo”, spiega Beppe l’Ad. O il mediatore. In questi giorni, é toccato a lui filtrare tra le insofferenze di Conte e i paletti della proprietà. Resta l’ottimismo di tre giorni fa. La Juve non vuole pensare ad altro che non sia Conte e spera a inizio settimana prossima di trovare il giusto compromesso. Magari rispondendo più positivamente a quella domanda, questa volta con mittente l’allenatore dei tre scudetti. “Direttore, lo prendiamo Sanchez?”. (TuttoJuve.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy