Di Stefano: “Se il budget sarà basso, il Milan dovrà fare cassa con una cessione eccellente”

Di Stefano: “Se il budget sarà basso, il Milan dovrà fare cassa con una cessione eccellente”

Peppe Di Stefano, intervenuto a “Sky Sport 24”, ha parlato del momento rossonero, esponendosi anche in prospettiva futura: “Il progetto giovani? Era stato annunciato anni fa un progetto giovani e stava andando anche bene. Poi sono arrivati giocatori come Essien, che non sono stati ai loro livelli del passato. Il…

Peppe Di Stefano, intervenuto a “Sky Sport 24”, ha parlato del momento rossonero, esponendosi anche in prospettiva futura: “Il progetto giovani? Era stato annunciato anni fa un progetto giovani e stava andando anche bene.  Poi sono arrivati giocatori come Essien, che non sono stati ai loro livelli del passato. Il terzo posto dell’anno scorso è stato vero, concreto, quel Milan all’inizio fece peggio del Milan di quest’anno, poi si trovò una situazione tattica ideale, ci fu l’esplosione di El Shaarawy, ogni palla che toccava faceva gol, Montolivo davanti alla difesa, Balotelli che arriva e fa dodici gol in tredici partite. E’ stato un terzo posto di carattere, la squadra di quest’anno è identica, con in più Kakà. Il mercato? Si attende di conoscere quali saranno gli investimenti di Silvio Berlusconi, qualora la somma sarà piccola, servirà una cessione eccellente. Le cessioni eccellenti possono essere due De Sciglio e Balotelli. Abate è un giocatore che piace, ma è limitato ad una scadenza di contratto nel 2015, quindi il costo del cartellino no può valere tanto. Ora ci sono 30 giocatori, nessun allenatore senza coppe europee vorrà lavorare con più di 22 giocatori. O regali il cartellino o li dai in prestito, già togliersi gli stipendi sarebbe importantissimo”. (Milannews.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy