PIOLI su CATALDI: “E’ fortissimo: in prospettiva sarà fra i migliori. Per il futuro della Lazio e della Nazionale”

PIOLI su CATALDI: “E’ fortissimo: in prospettiva sarà fra i migliori. Per il futuro della Lazio e della Nazionale”

ROMA – Domani si gioca: Lazio-Fiorentina, per l’Europa che conta. Il mister biancoceleste Stefano Pioli ne ha parlato nella consueta conferenza stampa pre-match. Lo ha fatto oggi presso il centro sportivo di Formello. Ecco le sue parole. “La partita di domani vale tanto – dice Pioli – perchè è uno…

ROMA – Domani si gioca: Lazio-Fiorentina, per l’Europa che conta. Il mister biancoceleste Stefano Pioli ne ha parlato nella consueta conferenza stampa pre-match. Lo ha fatto oggi presso il centro sportivo di Formello. Ecco le sue parole. “La partita di domani vale tanto – dice Pioli – perchè è uno scontro diretto. Fra due squadre che corrono per lo stesso obiettivo. Varrà tanto, come varranno tutte le prossime partite. Lazio e Fiorentina sono due squadre che vogliono giocare, che propongono. Entrambe vogliono proporre gioco e non subirlo. Come loro, vogliamo ottenere il risultato giocando a calcio. La classifica è corta e per questo motivo noi dobbiamo cercare di fare più punti possibili: giocare prima o dopo, conta davvero poco. Sfida fra Salah e Felipe Anderson? Fiorentina e Lazio hanno giocatori di qualità. Ma si vince sempre col collettivo e mai col singolo: questo bisogna ricordarlo sempre. Cosa manca per lo scudetto? Quest’anno abbiamo gettato delle basi importanti, c’è la giusta mentalità e un ottimo mix di giocatori – di esperienza e giovani – che la società mi ha messo a disposizione. La strada da percorrere è ancora molta”. Si torna a parlare di campo:Noi dovremo riuscire a capire che non possiamo sempre andare a 100 all’ora: ed è lì che la squadra deve essere più attenta, più solida e compatta. Mauri? Ieri si è allenato a parte. Vedremo oggi come sta: per noi è molto importante. Braafheid? Sta bene. E’ normale che gli manca ancora il ritmo gara ma è a disposizione. Usarlo come interno di centrocampo? E’ una posizione che può uccupare”.

 

Gli avversari raddoppiano sempre su Biglia:Non è il nostro unico smistatore di gioco, quasi mai costruiamo le nostre azioni con un solo regista. E domani dovremo essere bravi a dare soluzioni di diverso tipo a Biglia. Siamo una squadra convinta e consapevole delle proprie qualità. Questo è quello che conta”. All’andata la Lazio ha vinto: “Mancano dei giocatori, le situazioni sono diverse. Sia per noi che per loro. Ma noi giochiamo in casa e vogliamo fare il massimo per vincere e migliorare ancor di più la nostra classifica”. Come descrive Salah e Anderson?: “Io preferisco parlare dei miei giocatori. Credo che Felipe abbia nei punti di forza la velocità. Salah sta facendo bene, è rapido e con tanti spunti. E’ importante, ma la Fiorentina non ha solo lui. Quella viola è una squadra forte che teniamo in grande considerazione. Ma anche loro hanno dei punti deboli e noi lì faremo la partita”. Su Cataldi: “Credo che in prospettiva sia fra i più forti. Ha le caratteristiche per essere un centrocampista completo. Deve continuare a lavorare così: è umile, lavora tanto. E’ fantastico. La Lazio ha in casa un centrocampista importante: e potrà esserlo anche per la Nazionale. Onazi al posto di Parolo? E’ una possibilità”. Finale su Candreva: “Non c’è dualismo con Anderson: più giocatori forti abbiamo più è possibile vincere le partite. Solo con gli schemi e la mentalità non si va da nessuna parte, se non hai giocatori importanti che li interpretano. Antonio è in ripresa, dopo la botta di Palermo che lo ha debilitato”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy