E’ arrivato il preservativo che è sei volte più sottile dei capelli

E’ arrivato il preservativo che è sei volte più sottile dei capelli

In attesa del preservativo al grafene, accontentiamoci di quello al poliuretano ultra-light, che secondo gli scienziati giapponesi che l’hanno creato è attualmente il più sottile al mondo. Ci sono voluti ben dieci anni per arrivare al traguardo, ma alla fine ce l’hanno fatta. L’azienda produttrice Sagami Rubber ha così annunciato…

In attesa del preservativo al grafene, accontentiamoci di quello al poliuretano ultra-light, che secondo gli scienziati giapponesi che l’hanno creato è attualmente il più sottile al mondo. Ci sono voluti ben dieci anni per arrivare al traguardo, ma alla fine ce l’hanno fatta. L’azienda produttrice Sagami Rubber ha così annunciato la creazione del condom di un sesto più sottile che una ciocca di capelli umani. Difatti, il nuovo preservativo misura in spessore soltanto 0,01 millimetri, contro gli 0,06 millimetri di un capello umano medio. Il nuovo condom si chiamerà “Sagami Original 0,01”.
Il materiale utilizzato, il poliuretano, è già noto all’azienda che produce da tempo condom in questo materiale. Tuttavia quello utilizzato fino a oggi, e chiamato “Sagami Original 0,02”, era della misura di 0,02 millimetri  – per cui un po’ più spesso. Il poliuretano ultrasottile assicura dunque un minor spessore garantendo tuttavia le caratteristiche che contraddistinguono i preservativi in questo materiale, come per esempio la resistenza che, secondo l’azienda, è circa tre volte superiore alla pressione di rottura e 2 volte superiore alla resistenza alla trazione in confronto ai normali preservativi in lattice.

 

Il condom in poliuretano si avvantaggia anche della conducibilità termica che sarebbe superiore, fornendo la sensazione di calore al partner come se non s’indossasse alcun preservativo. E poi è inodore, non contiene proteine, e quindi non sa di gomma. E’ più liscio e levigato, più trasparente, più lubrificato, più stabile nel tempo, anallergico, non tossico e biocompatibile. Insomma, come una vera rivoluzione. Secondo quanto comunicato dalla società, prima di arrivare al round finale sono stati testati oltre 20mila condom. I risultati hanno così portato al design definitivo e all’annuncio della nuova creazione.
Speriamo che questo nuovo condom sia gradito anche dai maschi che ancora sono restii dall’utilizzo di questo metodo anticoncezionale che ha anche e soprattutto funzioni di protezione dalle malattie sessualmente trasmissibili.

LaStampa.it
 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy