È morto Pedro Rocha, idolo dell’Uruguay anni ’70

È morto Pedro Rocha, idolo dell’Uruguay anni ’70

L’idolo della Nazionale uruguayana degli anni ’70, Pedro Rocha, è morto la notte scorsa a San Paolo, in Brasile. Il suo corpo sarà sepolto di pomeriggio, nel cimitero Memorial Parque Paulista, a Taboao da Serra, nell’hinterland paulista. Rocha aveva 70 anni e soffriva di una malattia degenerativa del cervello. CAMPIONE …

L’idolo della Nazionale uruguayana degli anni ’70, Pedro Rocha, è morto la notte scorsa a San Paolo, in Brasile. Il suo corpo sarà sepolto di pomeriggio, nel cimitero Memorial Parque Paulista, a Taboao da Serra, nell’hinterland paulista. Rocha aveva 70 anni e soffriva di una malattia degenerativa del cervello. CAMPIONE — L’ex giocatore partecipò a quattro Mondiali (nessun suo connazionale ci è mai riuscito), segnando 17 gol in 52 partite.

 

Anche Pelé lo considerava uno dei cinque migliori attaccanti di tutti i tempi. Il centravanti divenne poi un punto di riferimento anche del San Paolo, club della Serie A brasiliana, dove segnò 113 reti in 375 partite. Nel 1972 fu il primo straniero a diventare capocannoniere del campionato verdeoro, con 17 gol, a pari merito con Dario, dell’Atletico Mineiro.

Gazzetta.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy