ESCLUSIVA MILANNEWS.IT – Coco: ‘Puyol è del Milan’.

ESCLUSIVA MILANNEWS.IT – Coco: ‘Puyol è del Milan’.

Ai microfoni di MilanNews.it Francesco Coco analizza il momento rossonero e parla di Carles Puyol, suo compagno di squadra al Barcellona nel 2001/02 e che a giugno lascerà i catalani. Francesco Coco, come stai valutando i progressi di questo Milan? “Le ultime uscite sono positive, al di là della sconfitta…

Ai microfoni di MilanNews.it Francesco Coco analizza il momento rossonero e parla di Carles Puyol, suo compagno di squadra al Barcellona nel 2001/02 e che a giugno lascerà i catalani.

Francesco Coco, come stai valutando i progressi di questo Milan?

“Le ultime uscite sono positive, al di là della sconfitta contro la Juventus la prestazione è stata limpida. Ci sono stati dei cambiamenti, un gioco diverso e un modulo diverso. Mi sembra di vedere ragazzi più veloci, che giocano a due tocchi e fanno muovere più velocemente la palla. Sia chiaro, rimangono delle lacune che sì vedevano con Allegri. Ma c’è una mentalità diversa”.

Il mercato ha regalato una piacevole sorpresa

“Taarabt, il grande colpo. Sta dando freschezza e vivacità al gioco d’attacco. Tante palle partono da lui e mi ha colpito il suo essere propositivo. Tecnicamente non si discute, ma mentalmente si è ambientato alla grande e non ha paura di prendere la squadra in mano. Io credo che abbia dato la scossa a questa squadra per il modo in cui gioca, in scioltezza, spensierato. I compagni stessi a vederlo fare queste giocate si lasciano trasportare e iniziano ad osare anche loro”. 

Impatto totalmente diverso per Keisuke Honda

“A differenza di Taarabt era più reclamizzato anche perché più famoso. Honda è un giocatore tecnico e si vede, ma è frenato a livello psicologico. Per giocare nel Milan devi avere anche una grande personalità e lui mi sembra molto emotivo. Evidentemente sente la pressione e la pressione di San Siro e credetemi, io che ci ho giocato, posso assicurare che è tanta. E se non sei forte psicologicamente puoi soccombere. Aspetterei a bocciarlo, vediamolo dalla prossima stagione, quando avrà modo di iniziare con la squadra. Già in passato in molti hanno faticato all’inizio, anche i grandi campioni come Platini e Zidane. Il Milan non deve compiere l’errore di non aspettarlo. Già ci sono i precedenti di Vieira e Davids”.

Da ex terzino sinistro come vedi la gestione di De Sciglio? Seedorf sembra aver deciso di piazzarlo a destra

“De Sciglio è un giocatore che può crescere tantissimo, anche come personalità. Quest’anno l’ha dimostrato e deve crescere sotto tutti i punti di vista. Per quel che riguarda il ruolo lo ritengo totalmente un terzino destro per i movimenti che ha. Io sono stato a sinistra tutta la carrirera e non avrei mai potuto giocare a destra. Come dice Seedorf bisogna dare continuità in un ruolo e io sono d’accordo, perché spostarlo una volta a destra e una a sinistra lo rendi solo mediocre in entrambi i ruoli. Meglio concentrarsi e sviluppare la sua carriera a destra. E poi i grandi terzini del Milan lo dimostrano: avete mai visto Tassotti a sinistra? O Maldini a destra?

Sulla fascia sinistra c’è un Emanuelson che è più un’ala

“A parte qualche lacuna Emanuelson è comunque un giocatore propositivo. Chiaro, il Milan a sinistra ci dovrà lavorare e avrà bisogno di un terzino sinistro”.

Infine una battuta su Carles Puyol, che ha dato l’addio al Barcellona. Il suo nome è stato accostato anche al Milan. Lo vedresti bene in rossonero, nonostante andasse contro la linea verde dettata dal club?

“Conosco Puyol e so che al di fuori del Barcellona è milanista. Non ha mai nascosto la sua ammirazione per il Milan e se arrivasse a parametro zero con la voglia che ha e con l’esperienza utile per far crescere i giovani e l’umiltà che ha può essere un grande acquisto. Al di là della linea verde non sarebbe una cosa sbagliata prenderlo, l’importante è capire cosa si cerca. Chiaro che non devi sperare che ti tenga in piedi la difesa, ma se lo consideri come giocatore che possa insegnare molto ai compagni di reparto più giovani allora non ci penserei due volte. Se poi consideriamo che è milanista…” (TMW)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy