«Facebook è morto e sepolto»

«Facebook è morto e sepolto»

Meglio Twitter, WhatsApp, Instagram o Snapchat: per gli adolescenti del Regno Unito Facebook è ormai il più desueto dei social network. Anzi, sarebbe ormai già «morto e sepolto», con i ragazzini migrati in massa su altri lidi. USI ANCORA FACEBOOK? SEI OUT – Lo annuncia una ricerca condotta dalDipartimento di…

Meglio Twitter, WhatsApp, Instagram o Snapchat: per gli adolescenti del Regno Unito Facebook è ormai il più desueto dei social network. Anzi, sarebbe ormai già «morto e sepolto», con i ragazzini migrati in massa su altri lidi. 

USI ANCORA FACEBOOK? SEI OUT – Lo annuncia una ricerca condotta dalDipartimento di Antropologia dell’University College London: lo studio, finanziato dall’Unione Europea, si è svolto in sette paesi diversi nell’arco di quindici mesi, durante i quali gli esperti si sono concentrati sulla percezione che gli adolescenti hanno nei confronti della creatura di Mark Zuckerberg. Il risultato dell’osservazione, scrive Caroline Moss su Business Insider, sembra non lasciare scampo al social network blu: tra i ragazzi britannici di età compresa tra i 16 e i 18 anni «essere su Facebook» sembrerebbe addirittura essere fonte di imbarazzo.

 

MIGRAZIONE DI MASSA – Se fino a pochi anni fa erano i genitori ad essere preoccupati per la quantità di informazioni condivise dai propri figli sui rispettivi profili, oggi sono i ragazzi a non vedere di buon occhio il fatto che mamma e papà utilizzino ancora una piattaforma che, secondo i giovanissimi, sarebbe ormai irrimediabilmente «out». Così, ora che i genitori hanno imparato a monitorare la vita dei propri figli su Facebook, questi ultimi si sono già spostati altrove, colonizzando altri social e servizi di messaggistica istantanea come, appunto, WhatsApp.

giornalettismo.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy