Freeze e Stop Freeze, la genialata che salverà il Grande Fratello. Forse

Freeze e Stop Freeze, la genialata che salverà il Grande Fratello. Forse

Al Grande Fratello non sapevano più cosa inventarsi per rendere salùbre la solita aria fritta che si respira nella casa. E infatti non si erano inventati nulla di originale neanche per questa ennesima edizione. La 13esima per essere precisi, di cui francamente non si sarebbe sentita la mancanza. Non è…

Al Grande Fratello non sapevano più cosa inventarsi per rendere salùbre la solita aria fritta che si respira nella casa. E infatti non si erano inventati nulla di originale neanche per questa ennesima edizione. La 13esima per essere precisi, di cui francamente non si sarebbe sentita la mancanza. Non è un caso infatti che negli ultimi due anni, dopo dodici edizioni consecutive dal 2000 al 2011, il prodotto della Endemol sia stato cancellato dai palinsesti Mediaset per volontà diretta di Piersilvio Berlusconi. La ragione era il rovinoso calo degli ascolti: dai quasi 10 milioni di spettatori di media e 37% di share al suo debutto, il Grande Fratello ha perso costantemente colpi anno dopo anno precipitando aiminimi storici con la 12esima edizione (3,9 milioni e solo il 17,4% di share). Trend negativo che si conferma anche in queste prime puntate: nonostante i 5,4 milioni della prima serata, gli ascolti sono già scesi sotto i 4 milioni. 

 

Le voci su una possibile chiusura anticipata del programma si fanno sempre più insistenti. Se il Grande Fratello 2014 si spegnerà prematuramente, o dopo una lunga agonia fino al traguardo dei cento giorni, è ancora presto per dirlo. Di sicuro si ricorderà come l’edizione del «Freeze e Stop Freeze». Nato come un semplice gioco, una delle tante prove settimanali riservate agli occupanti della casa, si è trasformato, quasi per caso, nella genialata che gli autori non erano riusciti a sfornare prima, neanche sotto tortura. Il gioco del «blocco-sblocco» è vecchio come il Colosseo. É una di quellebambinate che tutti ci divertivamo a fare alle scuole elementari, se non proprio all’asilo. Nella casa del GF però, e qui va dato merito ai ridestati autori di cui sopra, si è trasformato in qualcos’altro. Un momento esilarante il più delle volte, ma anche una tenera pagina da libro cuore. Che piaccia o no la trasmissione e i suoi partecipanti, alzi la mano chi non si è immedesimato nella situazione e magari commosso. Non deve essere affatto facile rimanere immobili davanti alla persona amata mentre ti dichiara tutto il suo amore e ti conforta. Senza poter proferire parola e neppure accennare un sorriso. Una vera tortura strappa lacrime.

Trash forse sarà la trasmissione, ma di sicuro non questi piccoli momenti. I sentimenti, quelli veri e belli, non saranno mai trash, neanche in televisione, neanche se arrivano dalle mura della casa del Grande Fratello. Quante volte nella vita avremmo voluto avere questo potere. Il potere di mettere in pausa il mondo attorno a noi per esprimere i nostri pensieri, i nostri sentimenti, senza essere interrotti. Per essere ascoltati, per sfogare tutta la nostra rabbia e il nostro rancore o semplicemente per trovare il coraggio di guardare una persona negli occhi e dirle «ti amo». Alle volte bisognerebbe trovare la forza di esprimersi, altre la capacità di ascoltare.

Sarebbe bello se con questo giochino, oltre a far ridere e sorridere con gag varie, il Grande Fratello riuscisse a indurre i suoi telespettatori a fare anche questo tipo di riflessioni. Magari solo per un minuto su tre ore di visione. Chi lo sa, forse riuscirebbe anche a lasciare a Pomeriggio Cinque il titolo di programma spazzatura di tutta la televisione italiana. No, a pensarci bene, anche senza Freeze e Stop Freeze, la D’Urso sarebbe comunque imbattibile.

diariodelweb

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy