• SUL CAN. 669 DELLA TUA TELEVISIONE TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Galliani è una furia: “Non sono un tutor”

Galliani è una furia: “Non sono un tutor”

A margine della presentazione dell’ultima tappa della TIM Junior Cup presso l’Oratorio Kolbe di Milano, Adriano Galliani ha rilasciato queste dichiarazioni raccolte anche dai microfoni di Milannews.it: “L’atmosfera è migliorata, le vittorie aiutano sicuramente. Galliani tutor? Basta con questa storia, non esiste. Gli acquisti di gennaio stanno facendo bene: Honda…

di redazionecittaceleste

A margine della presentazione dell’ultima tappa della TIM Junior Cup presso l’Oratorio Kolbe di Milano, Adriano Galliani ha rilasciato queste dichiarazioni raccolte anche dai microfoni di Milannews.it: “L’atmosfera è migliorata, le vittorie aiutano sicuramente. Galliani tutor? Basta con questa storia, non esiste. Gli acquisti di gennaio stanno facendo bene: Honda e Taarabt stanno dando grande equilibrio al nostro centrocampo, Rami sta facendo bene. Quindici giorni fa sembrava tutto sbagliato, ma dopo 28 anni di esperienza, ho imparato che quando perdi pensi di perdere per sempre, mentre quando vinci credi di vincere sempre. Ma in realtà non è così, è la ciclicità dello sport. I risultati positivi fanno bene a tutti. Se abbiamo scelto Seedorf è perché pensavamo potesse fare bene l’allenatore. Europa League? Dobbiamo andare avanti, cerchiamo di vincere le prossime due partite in casa e poi ne parleremo. Vediamo cosa succederà in queste due partite e il sabato Santo decideremo quali saranno gli obiettivi del Milan. Derby Primavera? Ho già parlato con Pippo e domani sarò in tribuna a vedere la partita. Stiamo facendo bene da qualche anno nel settore giovanile. Honda? E’ il miglior giocatore asiatico, bisogna avere pazienza, è un giocatore importante. Sono sicuro che con il tempo giustificherà la scelta di dargli il numero 10. Mercato? Non si parla se no si alzano i prezzi. Accordo con Fly Emirates? C’è Barbara che sta parlando con loro, quindi rivolgete a lui la domanda. Ogni partita è difficile, dipende da come affronteremo la partita. Dopo 3 vittorie consecutive vogliamo fare la quarta, ma il Catania ha una delle ultime possibilità per salvarsi e quindi venderà cara la pelle”.

(fonte:milannews.it)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy