Galliani: “Stasera a cena con Ancelotti”

Galliani: “Stasera a cena con Ancelotti”

Adriano Galliani ha parlato ai microfoni di MilanNews.it alla partenza per Madrid, presso l’aeroporto di Malpensa: “Come spero di tornare da Madrid? Con la qualificazione, speriamo. Ho sentito il mio amico Florentino questa mattina, andremo a cena insieme, così mi racconterà come si fa a battere l’Atletico Madrid. Kakà può…

Adriano Galliani ha parlato ai microfoni di MilanNews.it alla partenza per Madrid, presso l’aeroporto di Malpensa: “Come spero di tornare da Madrid? Con la qualificazione, speriamo. Ho sentito il mio amico Florentino questa mattina, andremo a cena insieme, così mi racconterà come si fa a battere l’Atletico Madrid. Kakà può tornare Kakà in notti come queste? Speriamo, Kakà e tutti gli altri. Recuperiamo diversi giocatori, abbiamo quasi tutti disponibili, a parte i lungodegenti abbiamo recuperato tutti. L’infermeria è quasi vuota e affrontiamo l’Atletico Madrid nelle migliori condizioni. Balotelli? Ha un pochino di dolore com’è normale, ma credo che possa conviverci. Cosa serve per vincere a Madrid? L’Atletico l’ho visto spesso e soprattutto in casa è una squadra tosta, una squadra dura. Ci sarà da battagliare e combattere domani sera. L’Europa League? Non ci poniamo in nessuna condizione, stiamo cercando di fare il meglio per arrivare più in alto possibile, nessuno snobba l’Europa League, assolutamente. Fa male vedere che la Juve ha il doppio dei nostri punti? Certamente, è un’annata così. La Juventus ha fatto due settimi posti prima di vincere due scudetti, l’Inter è fuori dalle coppe da tanto tempo, la Roma per diversi anni non ha giocato la Champions, la Fiorentina non la gioca da cinque anni. Succede, quest’anno purtroppo sta succedendo a noi. Speriamo di fare un bel finale di stagione, ma succede a tutti di non fare un’annata senza coppe europee. Gli episodi? Non mi piace il vittimismo, il Milan sta facendo una stagione così, dobbiamo riscattarci a Madrid. Vincere giocando male? Era una battuta di spirito, è ovvio che giocando bene si vincere. La filosofia del Milan da 28 anni è sempre stata cercare il risultato attraverso il bel gioco. Ancelotti? Questa sera sarò anche con lui, con il presidente e con l’allenatore che hanno battuto l’Atletico, mi farò dare qualche dritta (scherza ndr.). Difficile ma non impossibile? Un’impresa difficile, ma quando pareggiammo 2-2 col Bayern e andammo a vincere a Monaco con gol di Seedorf e Inzaghi era una partita altrettanto difficile. Ci proviamo sicuro. Un giudizio su Seedorf? Non si dà nessun giudizio, ha due anni di contratto, cerchiamo di fare bene”. (Milannews.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy