A poche ore dal derby arriva la notizia che sconvolge i tifosi della Lazio

A poche ore dal derby arriva la notizia che sconvolge i tifosi della Lazio

Garcia fa il simpatico: “Ah, non si gioca martedì? La Lazio non giocato 120 minuti?” FLASH – A poco più di 24 ore da uno dei derby più pesanti della storia della Roma, Rudi Garcia si è presentato in conferenza stampa per rispondere alle domande dei giornalisti. Qui di seguito…

Garcia fa il simpatico: “Ah, non si gioca martedì? La Lazio non giocato 120 minuti?”

FLASH – A poco più di 24 ore da uno dei derby più pesanti della storia della Roma, Rudi Garcia si è presentato in conferenza stampa per rispondere alle domande dei giornalisti. Qui di seguito le sue dichiarazioni:

Come sta la squadra? Chi arriva favorita al derby?
La squadra sta bene, ha lavorato bene durante la settimana. La squadra favorita è la Lazio. Tutti dicono che è la squadra più forte, che noi siamo scarsi, che loro giocano il più bel calcio d’Italia, che hanno già vinto la partita. Noi faremo in modo martedì.. Ah, non l’hanno spostata anche a martedì perché hanno giocato 120 minuti? Se è rimasta a lunedì faremo in modo di smentire i pronostici.

Pioli ha parlato dell’assenza di calcoli dopo la sconfitta del Napoli. L’approccio cambierà?
Saremo in due allora a non fare calcoli. Giocheremo per vincere.

Maicon è pronto per essere a disposizione?
C’è ancora un allenamento ma è tornato. Se oggi va bene sarà convocato.

Tutto è possibile, io ho la mia idea e spero sia buona.

Il suo primo derby l’anno scorso era importante per l’ambiente, quest’anno per il futuro. Qual è quello più importante per lei?
La gara più importante è sempre la prossima, quindi questa. Non ci sono da fare paragoni, la situazione è differente. Siamo secondi e intendiamo vincere e rimanere secondi. La differenza è che saremo in trasferta e non in casa come la prima volta che ho conosciuto il derby. Anche in trasferta, e lo vediamo adesso fuori Trigoria avremo un grande sostegno. Questa partita non è importante solo per noi, ma anche per i tifosi.

 

 

 

Questa partita è temuta dai tifosi perché la Lazio ci arriva un po’ meglio. L’anno prossimo l’ossatura di questo gruppo è valida per raggiungere gli obietti non raggiunti quest’anno?
Le domande sul passato e sul futuro le rimanderemo alla fine del campionato. Questa gara ha la sua importanza per fare in modo che la concentrazione sia tutta su questa gara.

Ha sfruttato molto la voglia di rivincita dell’anno scorso. Questa voglia l’ha riproposta anche in questa settimana?
La cosa che dobbiamo fare è dimostrare sempre questa voglia in futuro, anche lunedì. C’è la possibilità che se vinciamo non avremo bisogno dell’ultima partita e questa è una possibilità fantastica. Dopo il risultato del Napoli siamo già in Champions ma noi vogliamo il secondo posto. C’è grande voglia di fare una grande partita da parte dei giocatori.

Nei derby che lei ha affrontato la Roma era la squadra favorita, la più forte. Oggi invece si sente molta negatività, questa cosa le dà fastidio?
Si parla della vittoria scontata della Lazio, questa cosa ci darà ancora più forza per affrontare la gara domani. Non serve a niente parlare, la dimostrazione viene sempre da rettangolo verde. Domani ci saranno due squadre di alto livello, il migliore arbitro d’Italia e forse del mondo e questo è un bene perché mi ricordo che l’ultima partita la Lazio ha vinto con un gol regolare dopo aver pianto dopo la partita contro l’Inter. Domani almeno saremo alla pari su questo. Che il migliore vinca e dimostreremo che la squadra più forte siamo noi.

Questo derby è per lei un risultato che l’aiuterebbe a riconquistare la piazza e ristabilire gli equilibri con la squadra? Essere già ai preliminari condizionerà la gara di domani?
Non condizionerà per niente, noi vogliamo il secondo posto. Sulla prima parte non ho niente da provare: io faccio il mio mestiere e amo questa maglia. Farò di tutto finché sarò a Roma per dare il mio meglio, e domani mi auguro che tutti insieme spingano abbastanza per prendere i tre punti e chiudere la stagione.

Diverse volte nella storia della Roma la squadra ha fallito occasioni importanti. Lei ha trovato la chiave giusta per parlare ai suoi calciatori e non fallire queste occasioni?
Risponderemo a questa domanda lunedì dopo la partita se la reazione psicologica è stata giusta Sulla storia dei fallimenti ne parleremo a fine stagione.

Per lei chi è favorita?
E’ la terza volta che lo dico, e lo dicono quasi tutti che la Lazio è favorita.

Quanto cambia arrivare secondi o terzi?
Quando faccio un gioco cerco di arrivare sempre il più alto possibile, in questo caso secondo.

I tifosi si interrogano sul se è giusto puntare sui romani e romanisti. Lei tiene questo fattore in considerazione?
Tutti pensiamo al derby, abbiamo il cervello infuocato ma questo è il bello. E’ un vantaggio avere romanisti in squadra che dimostrano la voglia e la determinazione per la partita.

Questa è la partita più importante da quando è a Roma?
Non penso, ogni partita è importante sia in campionato che nelle Coppe. Per noi non è una finale ma la vogliamo considerare come ultima che conta in campionato. E’ una delle partite che farò a Roma con entusiasmo e con piacere, perché facciamo questo mestiere per giocare queste partite, con un obiettivo importante e un ambiente importante come lo viviamo, anche se noi un po’ di meno perché siamo in ritiro “light”. Siamo abbastanza tranquilli perché io voglio che il derby inizi lunedì, perché è rimasto a lunedì, e non prima. (ForzaRoma.info)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy