Nella notte la notizia arriva anche in Italia. Già 100 morti: Haiyan, se la sua velocita’ sarà confermata, sarà il tifone più forte della storia

Nella notte la notizia arriva anche in Italia. Già 100 morti: Haiyan, se la sua velocita’ sarà confermata, sarà il tifone più forte della storia

MANILA – Una violenza inaudita, raffiche di vento sino a 313 km/h velocità che, se confermata, una velocita’ che, se confermata, farebbe diventare il tifone Haiyan il più potente mai registrato nella storia. SCIA DI MORTE. La tempesta, di “categoria 5”, e’ arrivata dall’Oceano Pacifico, portando con sé anche piogge…

MANILA – Una violenza inaudita, raffiche di vento sino a 313 km/h velocità che, se confermata, una velocita’ che, se confermata, farebbe diventare il tifone Haiyan il più potente mai registrato nella storia.

SCIA DI MORTE. La tempesta, di “categoria 5”, e’ arrivata dall’Oceano Pacifico, portando con sé anche piogge torrenziali e onde alte fino a sei metri. Ha provocato allagamenti e smottamenti, distrutto centinaia di barche nei porti, oltre ad aver interrotto la corrente elettrica e tutte le comunicazioni in vaste aree delle isole di Cebu, Samar, Leyte e Bohol, colpite un mese fa da un terremoto che ha causato 222 morti e sede di affollate mete turistiche. Le immagini delle tv filippine mostrano citta’ piegate da raffiche che fanno volare detriti di ogni tipo, tra cui tetti di lamiera, in strade vuote spesso interrotte da alberi caduti. Si calcola che sono 12 milioni i residenti delle 20 province nella traiettoria di Haiyan, che oggi esce dall’arcipelago per dirigersi verso il Vietnam e il Laos. 

STRAGE A TACLOBAN. Si presume che siano almeno 100 le vittime del tifone Haiyan nella citta’ di Tacloban, nel centro delle Filippine. Lo comunicano fonti governative. I corpi delle vittime sono distesi delle strade, secondo la testimonianza di un ufficiale dell’aeronautica che ha sorvolato Tacloban. Lo riferisce il capitano John Andrews, vice direttore generale dell’Aviazione civile delle Filippine. Haiyan si sta muovendo rapidamente fuori dalle Filippine dopo aver distrutto case, provocato frane e nubifragi e interrotto elettricità e comunicazioni in numerose isole. (Leggo.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy