Giovane pubblicitaria muore a 27 anni dopo 30 ore di lavoro. “Uccisa dalla caffeina”

Giovane pubblicitaria muore a 27 anni dopo 30 ore di lavoro. “Uccisa dalla caffeina”

GIACARTA (INDONESIA) – Morta per il troppo lavoro. Pradnya Paramita è morta a 27 anni dopo aver lavorato per 30 ore senza mai fermarsi. La ragazza poco prima di sentirsi male aveva scritto su Twitter, con il suo nickname Mita, che era orgogliosa di quello che era riuscita a fare.…

GIACARTA (INDONESIA) – Morta per il troppo lavoro. Pradnya Paramita è morta a 27 anni dopo aver lavorato per 30 ore senza mai fermarsi. La ragazza poco prima di sentirsi male aveva scritto su Twitter, con il suo nickname Mita, che era orgogliosa di quello che era riuscita a fare.  La stanchezza e lo stress hanno però ucciso la giovane lavoratrice che durante la cena al ristorante è svenuta andando in coma. La colpa di un infarto e di un ictus cerebrale dovuto all’abuso di caffeina e bevande energetiche utilizzate per rimanere sveglia durante la maratona lavorativa.  Pradnya lavorava come pubblicitaria presso la multinazionale Young & Rubicam che ha concesso un giorno di riposo ai suoi dipendenti per il funerale della ragazza. Su Twitter il cordoglio per la giovane Pradnya a cui si unisce la denuncia per le condizioni in cui sono costretti a lavorare tanti giovani in molte parti del mondo. (Leggo.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy