Hans Ruedi Giger, se ne va il genio visionario inventore del mostro di “Alien”

Hans Ruedi Giger, se ne va il genio visionario inventore del mostro di “Alien”

Il mondo dell’arte piange Hans Ruedi Giger. L’artista svizzero è morto a 74 anni per le conseguenze di una caduta fatta nei giorni scorsi. Pittore, scultore e designer di ispirazione surrealista, divenne celebre per il grande pubblico per il suo contributo al cinema: tra le altre cose fu infatti lui…

Il mondo dell’arte piange Hans Ruedi Giger. L’artista svizzero è morto a 74 anni per le conseguenze di una caduta fatta nei giorni scorsi. Pittore, scultore e designer di ispirazione surrealista, divenne celebre per il grande pubblico per il suo contributo al cinema: tra le altre cose fu infatti lui a disegnare (vincendo un Oscar) il mostro di “Alien”, il film di Ridley Scott che nel 1979 ridefinì i canoni della fantascienza. Di ispirazione surrealista, grande ammiratore di Salvador Dalì, del quale possedeva anche alcune opere, dopo aver studiato design industriale e arti applicate, Giger divenne celebre in particolar modo per il suo modo di fondere in maniera visionaria ed estrema, uomini e macchine. Il mostro di Alien nasce proprio dalla fusione di carne e acciaio, una mescolanza che Giger ha esplorato in moltissimi modi, anche fortemente erotici. La maggior parte delle sue opere erano realizzate ad aerografo.

Il suo contributo al cinema non si è fermato alla saga di Ridley Scott. Ha curato gli effetti speciali anche per altri film nel quale l’elemento alieno era centrale, come “Specie mortale“. “Alien” arrivò nel 1979, due anni dopo la pubblicazione di “Necronomicon“, una monografia che divenne molto celebre.

Nel 1998 aveva aperto la propria casa-museo a Gruyeres, in Svizzera. Vi sono esposte le sue opere, tanto disegni e dipinti quanto sculture, e anche i pezzi della sua collezione d’arte personale. (Tgcom24.it)

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy