I BOSS CAMORRISTI E LA FOTO RICORDO CON MOU: ECCO L’ALIBI PER UN OMICIDIO DEL 2006 -GUARDA

I BOSS CAMORRISTI E LA FOTO RICORDO CON MOU: ECCO L’ALIBI PER UN OMICIDIO DEL 2006 -GUARDA

NAPOLI – José Mourinho e tre calciatori del Chelsea avrebbero fornito l’alibi a tre boss della camorra posando semplicemente per delle foto ricordo. I tre sono stati accusati da due pentiti di essere i mandanti di un efferato omicidio di camorra. Le foto sono state scattate tra il 3 e…

di redazionecittaceleste

NAPOLI – José Mourinho e tre calciatori del Chelsea avrebbero fornito l’alibi a tre boss della camorra posando semplicemente per delle foto ricordo. I tre sono stati accusati da due pentiti di essere i mandanti di un efferato omicidio di camorra. 

 

 

Le foto sono state scattate tra il 3 e il 6 marzo 2006 in un noto albergo di Barcellona e pubblicate in esclusiva sul quotidiano ‘Roma’ di Napoli. Potrebbero – secondo la difesa – scagionare tre elementi di vertice del clan Amato-Pagano di Secondigliano da quella grave accusa. Gli avvocati dei boss Carmine Pagano, Carmine Amato e Rito Calzone– che appaiono in quelle fotografie come fossero dei semplici tifosi – hanno depositato le immagini agli atti del processo d’appello che vede i tre imputati per l’assassinio di Carmine Amoruso, ucciso il 5 marzo 2006 in una sala bingo di Mugnano, nel Napoletano. L’hotel in questione è l’Arts, dove i tre ras hanno alloggiato per sei giorni in tre diverse e lussuose suite costate 7mila euro a persona. Proprio in quei giorni lo Special One era nella capitale della Catalogna con il suo Chelsea per una partita di Champions League contro il Barcellona. Le immagini pubblicate dal ‘Roma’ ritraggono Pagano, Amato e Calzone in posa con tre calciatori della squadra londinese (Herman Crespo, Frankie Lampard e Nuno Morais) e con Mou nei corridoi dell’hotel. Secondo i pentiti, invece, il 5 marzo 2006 Calzone era a Napoli con Cesare Pagano, boss di Scampia, già condannato all’ ergastolo in primo grado per quell’omicidio. Oltre alle foto, i legali dei tre hanno anche depositato i biglietti aerei e le ricevute dell’albergo. Oggi è prevista la requisitoria del procuratore generale mentre nella scorsa udienza un cittadino spagnolo, chiamato a deporre, ha confermato la presenza di Pagano, Amato e Calzone nell’albergo di Barcellona in quel periodo. (Leggo.it)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy