“Il bilancio spiega le tensioni tra Conte e la Juve. Previsto rosso tra i 20-30 mln, difficilmente arriveranno i rinforzi chiesti dal tecnico”

“Il bilancio spiega le tensioni tra Conte e la Juve. Previsto rosso tra i 20-30 mln, difficilmente arriveranno i rinforzi chiesti dal tecnico”

In esclusiva per TMW, Marco Bellinazzo, esperto di mercato de Il Sole 24 Ore, ha fatto il punto sulla situazione economica della Juventus. Ieri pomeriggio, durante la riunione del CdA, i bilanci del club bianconero hanno evidenziato un calo del 79% rispetto allo stesso periodo della passata stagione. Ecco l’analisi…

In esclusiva per TMW, Marco Bellinazzo, esperto di mercato de Il Sole 24 Ore, ha fatto il punto sulla situazione economica della Juventus. Ieri pomeriggio, durante la riunione del CdA, i bilanci del club bianconero hanno evidenziato un calo del 79% rispetto allo stesso periodo della passata stagione. Ecco l’analisi di Bellinazzo: “Fondamentalmente è un calo dovuto alla mancata qualificazione alla fase successiva della Champions League. L’anno scorso, ad esempio, la Juve era riuscita a incassare più del Bayern Monaco che ha vinto il torneo anche per una circostanza particolare, cioè quella della qualificazione di due sole squadre. Per questo per la Juve e il Milan il premio è stato più alto. La Juve ha compensato solo in parte con l’Europa League, che però fa guadagnare un quinto rispetto alla Champions. In questi 9 mesi gli introiti sono aumentati, ma sono aumentati anche i costi di circa 16 milioni, anche gli esborsi della campagna trasferimenti hanno comportato un aumento dell’indebitamento di circa 40 milioni. Ora, questi numeri ci dicono che la società ha investito molto anche su progetti infrastrutturali come quello della Continassa e negli ingaggi, ma non sono arrivati i risultati che ci si aspettava. Anche a questo sono dovute le tensioni tra Conte e la società perché la Juve non può nell’immediato aumentare i ricavi, dunque non può investire nel mercato. A questo punto potrebbe arrivare la cessione di un big come Pogba, sempre compatibilmente alle offerte. È evidente che sul tavolo c’è una situazione molto rigida dal punto di vista della società sulla possibilità di spendere quanto Conte vorrebbe. Avremo un rosso tra i 20 e i 30 milioni, serviranno interventi mirati e difficilmente arriveranno i rinforzi che il tecnico si aspetterebbe: le risorse non sono così ampie, dipenderà tutto dalle strategie di Marotta e Paratici che dovranno lavorare molto sulle comproprietà. L’unico modo per fare profonde rivoluzioni, a meno che non si cedano dei big, è quello di lavorare sulle cessioni dei giovani o sugli scambi. La crescita economica e sportiva della Juve hanno raggiunto il massimo per quanto riguarda l’Italia, per fare il salto di qualità serve qualcos’altro. Serve essere costantemente tra le prime otto d’Europa e serve potenziare le politiche commerciali. Progetti importanti che daranno frutti ma solo nel medio periodo. La Juve società intende proseguire il progetto di crescita in maniera costante”. (TuttoJuve.com)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy