• SUL CAN. 669 DELLA TUA TELEVISIONE TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Il cazzotto di Destro: ombra codice etico…

Il cazzotto di Destro: ombra codice etico…

“Devo continuare così, le prestazioni di solito hanno sempre come conseguenza la Nazionale”, l’apertura Mondiale di Mattia Destro dopo la tripletta al Cagliari, la prima in Serie A. L’attaccante della Roma è il miglior attaccante della Serie A come media-goal (una rete ogni 84 minuti), merita il Brasile, ma c’è…

di redazionecittaceleste

“Devo continuare così, le prestazioni di solito hanno sempre come conseguenza la Nazionale”, l’apertura Mondiale di Mattia Destro dopo la tripletta al Cagliari, la prima in Serie A. L’attaccante della Roma è il miglior attaccante della Serie A come media-goal (una rete ogni 84 minuti), merita il Brasile, ma c’è l’ostacolo codice etico.

Il pugno rifilato all’amico Astori, infatti, potrebbe costar caro in tal senso a Destro che nel post partita si è giustificato dicendo di guardare da un’altra parte. Alla fine i due si sono chiariti con tanto di abbraccio e foto, ma intanto domani il giudice Tosel deciderà se squalificare o meno l’attaccante della Roma.

 

Il gesto, a palla lontana, ha tutti i crismi del colpo violento, che di solito viene punito con tre giornate di squalifica. Tuttavia, il contatto Destro-Astori è avvenuto sotto gli occhi dell’arbitro Massa, che ha visto tutto e  ha deciso di ammonire il difensore del Cagliari per la reazione. Questo caso è differente rispetto a quello Balotelli-Frey: il calcio del difensore francese (“non visto dall’arbitro”, secondo Tosel) a Super Mario venne punito con tre giornate di squalifica, annullata poi dalla Corte Federale.

A differenza delle competizioni Uefa – dove l’ultima parola spetta alla tecnologia – in Serie A conta prima di tutto quanto l’arbitro ha scritto a referto, anche se poi le immagini dimostrano tutt’altro. A questo punto è molto probabile che Destro se la cavi e sia disponibile per il match di domenica prossima contro l’Atalanta, ma per quanto riguarda la Nazionale, il bomber della Roma dovrà fare i conti col famoso codice etico.

Prandelli lo ha usato con De Rossi e potrebbe farlo anche con Destro, a prescindere dalla squalifica. Sembra quindi essere il codice etico l’unico ostacolo tra ‘Destrigno’ – come lo ha ribattezzato la sua ragazza su ‘Instagram’ – e il Brasile. Più che la decisione di Tosel, aspettiamo quella di Prandelli. (Goal.com)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy