Il Milan perde pezzi dopo la beffa Champions: arriva il momento del Pazzo

Il Milan perde pezzi dopo la beffa Champions: arriva il momento del Pazzo

Piove sul bagnato in casa Milan, oltre al boccone amaro dovuto al risultato penalizzate contro l’Atletico Madrid, i rossoneri dovranno fare a meno di due titolari importanti. Mario Balotelli e Mattia De Sciglio hanno dovuto alzare bandiera bianca dopo gli infortuni contro gli spagnoli. Per SuperMario lo stop sarà di…

Piove sul bagnato in casa Milan, oltre al boccone amaro dovuto al risultato penalizzate contro l’Atletico Madrid, i rossoneri dovranno fare a meno di due titolari importanti. Mario Balotelli e Mattia De Sciglio hanno dovuto alzare bandiera bianca dopo gli infortuni contro gli spagnoli. Per SuperMario lo stop sarà di 10 giorni per una contusione alla spalla destra, salterà la gara domenicale contro la Samp e probabilmente rischia di non affrontare nemmeno la Juventus, mai sfidata da quando indossa la maglia rossonera (le altre due partite saltate per squalifica).

L’altra grossa perdita è quella di Mattia De Sciglio. Per lui sono escluse lesioni ossee alla caviglia ma i tempi di recupero sono più lunghi rispetto all’attaccante. Due brutte tegole per Clarence Seedorf che contro l’Atletico ha provato a mettere in campo una formazione con maggiore equilibrio, lasciando da parte l’orgoglio e comprendendo la difficoltà di proseguire sui binari del 4-2-3-1. Quello del Milan infatti era un modulo mascherato, un 4-4-1-1 in fase di non possesso palla, e sia De Sciglio che Balotelli sono pedine fondamentali per questa squadra.

 

 

Seedorf però ha già pronti i sostituti, Abate verrà schierato sulla corsia destra mentre Pazzini titolare nel cuore dell’attacco. Il Pazzo rientrerà proprio contro la sua ex squadra, tra l’altro sempre in gol allo stadio Marassi. Scatta il suo momento, acclamato a gran voce anche dal pubblico di fede rossonera. Ogni volta che entra in campo mette grinta e cuore, caratteristiche che serviranno a tutta la squadra per risalire la china in campionato. Il tecnico dovrà essere bravo a trasformare la delusione dopo la sconfitta contro i madrileni in motivazione per dare continuità di risultati anche in serie A. E’ evidente che il Milan si trasforma in Europa, lo dimostra la prestazione contro gli uomini di Simeone, ma dimostrare di aver trovato la quadratura anche in campionato potrebbe essere un’iniezione di fiducia per il futuro. (Tmw)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy