L’Allegri furioso: urlacci e rabbia negli spogliatoi del Picchi

L’Allegri furioso: urlacci e rabbia negli spogliatoi del Picchi

ROMA – Massimiliano Allegri non ha gradito l’atteggiamento della squadra contro il Livorno e nel dopopartita, secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, ha sfogato tutta la sua collera. Gli urlacci del tecnico toscano – scrive la rosea – hanno oltrepassato il limite legale dei decibel, giungendo direttamente nella sala…

ROMA – Massimiliano Allegri non ha gradito l’atteggiamento della squadra contro il Livorno e nel dopopartita, secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, ha sfogato tutta la sua collera. Gli urlacci del tecnico toscano – scrive la rosea – hanno oltrepassato il limite legale dei decibel, giungendo direttamente nella sala stampa del “Picchi”, collocata proprio sopra lo spogliatoio ospiti. Sono volate parole forti e, probabilmente, a giudicare dagli effetti audio, anche qualche manata di rabbia contro il muro. E’ finita così, dunque, con la squadra ribaltata come un calzino dall’allenatore, su tutte le furie per il netto passo indietro, che si è sentito tradito dai suoi proprio nel momento in cui il Milan stava iniziando a rialzare la testa. Date le circostanze, la domanda nasce spontanea: Allegri ha ancora in mano il gruppo?

 

Difficile da stabilire, fatto sta che l’ex Cagliari non sempre riesce a trasmettere le giuste motivazioni ai giocatori, che in campo (è successo spesso, non solo a Livorno) mostrano lacune sul piano tecnico e, soprattutto, su quello della personalità. Altro che ambiente rasserenato dalle due vittorie consecutive con Celtc e Catania: l’ennesimo scivolone ha di fatto messo a nudo tutte le problematiche di questo Milan, un gruppo in evidente crisi di nervi (Nocerino, ad esempio, al momento della sostituzione, ha lanciato una bottiglietta e dato un pugno alla panchina), depresso e incapace di reagire. (Milannews.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy