La grande attesa

La grande attesa

Ad una settimana di distanza dall’ultimo impegno stagionale, le decisioni sul futuro della panchina del Milan non sono state ancora prese. Il presidente Silvio Berlusconi, impegnato in politica in queste ore, ha rimandato qualsiasi conclusione su Clarence Seedorf e sul mercato nei prossimi giorni. L’ATTESA CRESCE – Mentre le altre…

Ad una settimana di distanza dall’ultimo impegno stagionale, le decisioni sul futuro della panchina del Milan non sono state ancora prese. Il presidente Silvio Berlusconi, impegnato in politica in queste ore, ha rimandato qualsiasi conclusione su Clarence Seedorf e sul mercato nei prossimi giorni.

L’ATTESA CRESCE – Mentre le altre squadre stanno già muovendo i primi passi sul mercato, in casa Milan l’attesa per la decisione del futuro allenatore cresce. Tutto dipenderà dal colloquio tra proprietà, dirigenza e allenatore. Tutto ruota intorno alle decisioni che prenderà Berlusconi tra qualche giorno. L’incontro sarà importante non solo per la guida tecnica ma anche per stabilire le mosse di mercato e capire quanto budget Adriano Galliani avrà a disposizione.

SEEDORF – Nel frattempo l’olandese sta vivendo l’attesa senza grosse pressioni. Seedorf è sicuro di potersi giocare le sue carte, forte di un contratto di due anni a 2,5 mln di euro. Con le spalle coperte dal punto di vista economico, Seedorf affronterà il summit nella posizione di chi ha grossa voce in capitolo. Il Milan infatti rischierebbe di pagare un nuovo allenatore e continuare a versare soldi sul conto dell’ex numero 10. Una posizione scomoda quella del club, che impone grosse riflessioni prima di qualsiasi decisioni.

MERCATO – Intanto pure il mercato va a rilento. Ufficializzato Agazzi (da tempo si conosceva la notizia), il Milan non ha ancora risolto i nodi Taarabt e Rami. I tempi si dilatano e le insidie aumentano. Pure il mercato in uscita è ancora bloccato. Ad oggi ci sono stati diversi incontri ma i giocatori che torneranno dai prestiti, oltre a quelli in esubero in rosa, ancora non conoscono il futuro. Questo perché si attende l’incontro con il presidente, in cui ci saranno diverse scelte, soprattutto in base alle esigenze economiche. In quell’occasione si capirà anche se il Milan sarà costretto a sacrificare un big per rientrare con le spese. L’attesa sale, si attende solo il presidente. (Milannews.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy