LE 7 ILLUSIONI OTTICHE PIU’ PAUROSE DI SEMPRE

LE 7 ILLUSIONI OTTICHE PIU’ PAUROSE DI SEMPRE

Il sito del quotidiano britannico Independent ha recentemente pubblicato una breve raccolta di immagini e video generalmente catalogati sotto la categoria “illusioni ottiche”, un genere apprezzato da sempre ma che negli ultimi anni ha avuto un’ulteriore e rapida diffusione grazie a Internet. Esiste anche un concorso – “Best Illusion of…

Il sito del quotidiano britannico Independent ha recentemente pubblicato una breve raccolta di immagini e video generalmente catalogati sotto la categoria “illusioni ottiche”, un genere apprezzato da sempre ma che negli ultimi anni ha avuto un’ulteriore e rapida diffusione grazie a Internet. Esiste anche un concorso – “Best Illusion of the Year Contest”, sostenuto dalla rivista Scientific American – che si tiene ogni anno a St. Petersburg, in Florida, ed è dedicato specificamente a questo tipo di produzione. Le illusioni ottiche vengono generalmente definite come un’esperienza percettiva che non corrisponde alla realtà fisica: solitamente si tratta di percezioni sbagliate delle geometrie (per esempio linee parallele che appaiono convergenti o divergenti) o illusioni determinate dai colori o dalla prospettiva (per esempio un cubo trasparente la cui faccia anteriore sia indistinguibile da quella posteriore).

Nel concorso “Best Illusion of the Year Contest” una giuria composta da un comitato scientifico e artistico, e dal pubblico, seleziona le dieci migliori illusioni ottiche presentate da studenti e appassionati. Di seguito una selezione delle illusioni ottiche scelte nell’ultima edizione del “Best Illusion of the Year Contest” e di altre recenti tra quelle più diffuse su Internet.

La Dinamica di Ebbinghaus (1° premio “Best Illusion of the Year Contest” 2014)
In questa illusione ottica presentata da Christopher Blair, Gideon Caplovitz e Ryan Mruczek, tre studenti dell’Università del Nevada-Reno, in Nevada, le dimensioni di un cerchio circondato da altri sei cerchi restano sempre uguali ma sembrano cambiare per effetto della variazione della dimensione dei sei cerchi esterni. (Ilpost.it)

L’illusione autocinetica
Questa illusione è stata presentata da Gianni A. Sarcone, Courtney Smith e Marie-Jo Waeber del network italiano Archimedes’ Laboratory™. Lo spessore variabile delle linee verticali fa erroneamente percepire una variazione delle dimensioni del cuore disegnato al centro.

OHsC23r

L’ombra sulla scacchiera
Il quadrato A e il quadrato B sono colorati con la stessa tonalità di grigio (qui la dimostrazione).

La tavoletta di cioccolata interminabile
La sottrazione di un rettangolo dalla tavoletta e questa successiva disposizione dei pezzi rimanenti sembrano non alterare la quantità complessiva (qui il video di spiegazione).

I quattro cerchi
Malgrado la difficoltà a seguirne la traccia con lo sguardo, in questa immagine ci sono soltanto quattro cerchi, e non si intersecano tra loro. Questa illusione è stata riproposta alcuni giorni fa su Twitter dal giornalista scientifico Kyle Hill.

 

Il T-Rex che ti guarda sempre
In questa illusione ottica, probabilmente già nota ai lettori del Post, un tirannosauro di carta sembra seguire con lo sguardo l’osservatore. Alla fine del video si scopre che la testa del tirannosauro è concava e non convessa: la percezione sbagliata è determinata da una pareidolia, la tendenza del cervello umano a riconoscere un volto all’interno di un pattern.

I cerchi rotanti
Malgrado le apparenze, questa immagine non è una GIF e nessuno di questi cerchi si sta muovendo. Lo stesso inganno della percezione si verifica anche nel caso dell’immagine successiva, con forme irregolari.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy