Luci natalizie cinesi a rischio incendio: 6 milioni sequestrate, lunghe come da Ancona a Parigi

Luci natalizie cinesi a rischio incendio: 6 milioni sequestrate, lunghe come da Ancona a Parigi

ROMA – Maxi sequestro di luci natalizie made in China, altamente pericolose perché realizzate con un decimo del rame previsto per legge nei filamenti, e quindi facilmente infiammabili e in grado di provocare degli incendi. La Guardia di finanza ha sequestrato 6 milioni e 500mila luminarie realizzate con mille km…

ROMA – Maxi sequestro di luci natalizie made in China, altamente pericolose perché realizzate con un decimo del rame previsto per legge nei filamenti, e quindi facilmente infiammabili e in grado di provocare degli incendi.  La Guardia di finanza ha sequestrato 6 milioni e 500mila luminarie realizzate con mille km di filo di rame dallo spessore dieci volte inferiore a quello previsto per legge, e dunque ad elevato rischio di incendio in caso di surriscaldamento delle guaine protettive. Il materiale era commercializzato con false attestazioni di regolarità.

 

Denunciati alla procura di Macerata vari commercianti cinesi.  Normalmente, spiegano i finanzieri, le luminarie fabbricate in Italia nel rispetto delle norme sono dotate di una treccia di 30 fili di rame, con uno spessore obbligatorio di 0,5 millimetri per ogni filo. Nelle luci sequestrate in vari negozi cinesi del Maceratese i fili erano solo sette, e del diametro di soli 0,042 mm. I sequestri sono cominciati un mese fa, e da sequestri amministrativi si sono rapidamente trasformati in provvedimenti penali su disposizione della procura.  Molto materiale è stato bloccato anche presso l’importatore delle luminarie, con sede a Roma, e altri controlli sono in corso, per scongiurare nuovi sbarchi di prodotti pericolosi in Italia. In linea d’aria, i mille chilometri di fili di rame sequestrati coprono la distanza che c’è fra Ancona e Parigi. (Leggo.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy