MERCATO – Lazio: con la Champions arriva il top player!

MERCATO – Lazio: con la Champions arriva il top player!

ROMA – Lotito non vuole la Champions, una favola metropolitana spesso ascoltata in passato. Non era vero. La Lazio controlla il bilancio, lo ha fatto anche a gennaio quando l’acquisto di Bergessio è sfumato perché Ederson non ha accettato il prestito alla Samp. Il fatturato per la stagione in corso…

ROMA – Lotito non vuole la Champions, una favola metropolitana spesso ascoltata in passato. Non era vero. La Lazio controlla il bilancio, lo ha fatto anche a gennaio quando l’acquisto di Bergessio è sfumato perché Ederson non ha accettato il prestito alla Samp. Il fatturato per la stagione in corso si è ridotto di 10 milioni (dai circa 100 totali a 90) a causa del mancato ingresso in Europa League.Questo era il traguardo minimo del mandato affidato a Pioli. Riportare la Lazio in Europa, ma Lotito e il ds Tare, anche se mai confessato apertamente, sognavano di avviare un nuovo ciclo e costruire una squadra da Champions. Il presidente non lo aveva escluso in uno dei suoi primi comunicati firmati nello scorso giugno, quando doveva uscire da una contestazione senza precedenti e provare a restituire tranquillità almeno alla squadra, abbandonata dai tifosi. A undici giornate dalla fine, la Lazio si è iscritta alla volata Champions, ha riconquistato il terzo posto, sogna il sorpasso sulla Roma per un derby lungo due mesi, da qui al 24 maggio, quando si consumerà il confronto diretto alla penultima del girone di ritorno. Quanto la società biancoceleste ci pensasse è svelato dal contratto di Pioli. Un anno di contratto, il rinnovo automatico sino al 2016 in caso di qualificazione all’Europa League, un prolungamento biennale se riuscirà a centrare la Champions. Questi erano i patti, firmati a giugno, tra il tecnico emiliano e la dirigenza.

COCKTAIL – Un mix tra giovani e giocatori esperti, la volontà di impostare un nuovo ciclo. Il ds Tare e Lotito non hanno sbagliato un colpo avviando la rifondazione. I rinnovi di Klose e Mauri per dare continuità al passato. Gli investimenti su De Vrij (classe ‘92) e Keita (‘95), il lancio di Cataldi (‘94) e la fiducia rinnovata a Felipe Anderson (‘93) per dare prospettiva al nuovo gruppo. […]  Il progetto Champions prenderebbe corpo con un introito supplementare di 30 milioni di euro nella fase a gironi. Lotito, con un assegno così ricco in tasca, aggiungerebbe un altro top player, un grande colpo, un giocatore in grado di cambiare la squadra e rinforzare il gruppo attuale, confermato quasi in blocco. (CorrieredelloSport.it)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy