Meteo, sull’Italia arriva il gelo artico Freddo e neve anche a bassa quota

Meteo, sull’Italia arriva il gelo artico Freddo e neve anche a bassa quota

Con l’arrivo di una massa d’aria gelida dal Nord Europa prende il via una nuova fase di intenso maltempo e, al Nord, anche di freddo. Giovedì precipitazioni intense sul regioni del versante tirrenico, Sardegna occidentale e Triveneto. Nei prossimi giorni l’insistenza delle piogge darà luogo ad accumuli notevoli soprattutto in…

Con l’arrivo di una massa d’aria gelida dal Nord Europa prende il via una nuova fase di intenso maltempo e, al Nord, anche di freddo. Giovedì precipitazioni intense sul regioni del versante tirrenico, Sardegna occidentale e Triveneto. Nei prossimi giorni l’insistenza delle piogge darà luogo ad accumuli notevoli soprattutto in Campania e Calabria. Il calo termico porterà delle nevicate moderate sulle Alpi, ma anche a quote collinari in Piemonte.

Le previsioni per giovedì – Maltempo con piogge e temporali in gran parte dell’Italia, tranne il medio versante adriatico, con i fenomeni più insistenti e localmente anche forti fino al pomeriggio in Toscana, Calabria tirrenica, nord Sicilia e Sardegna occidentale; dalla serata a rischio di forti piogge e temporali il Triveneto, Toscana, Lazio Campania e Calabria. Attenzione ai venti intensi occidentali sui mari di ponente, al Sud e alto Adriatico; in Sardegna raffiche di 90 km/h. Temperature in sensibile calo soprattutto al Centronord: previsti 7°C a Milano, Bolzano e Bergamo, solo 6°C a Torino.

Neve anche a bassa quota – Nevicate su Alpi, Prealpi e Appennino settentrionale intorno a 800 metri, ma fino a quote collinari (anche a 300 metri) in Piemonte e ovest Lombardia. Nelle città pedemontane non è escluso che nella notte possa vedersi qualche fioco di neve. Ancora maltempo sulla Sardegna – Situazione piuttosto instabile in Sardegna dove sono previsti nel pomeriggio temporali in particolare sulla zona occidentale dell’isola. In serata il rischio di rischio temporali si concentrerà sulla parte sud occidentale della regione. Sarà una giornata molto ventosa sull’isola, con venti occidentali che raggiungeranno raffiche anche di 90 km/h.

Le previsioni per venerdì – Giornata di maltempo diffuso con le piogge più intense concentrate su Sardegna, basso Lazio, Campania, Molise e nord della Puglia. Nubi anche meno compatte altrove con deboli nevicate fino ai 400-700 m sulle Alpi centrali. Nel pomeriggio migliora al Nord, con piogge quasi del tutto in esaurimento. Ancora instabile su Lazio, Campania e Sardegna con locali fenomeni in estensione fino ad Abruzzo, Molise, Puglia e Basilicata (limite della neve sull’Appennino centrale fino ai 1300-1400 m). Nella notte peggiora su tutto Centro, sulla Sicilia nord occidentale e nella notte anche al Nordest. Minime quasi ovunque in lieve calo, massime in calo in Sardegna, in lieve rialzo su medio e basso Tirreno e Sicilia. Ventoso al Sud e nelle Isole.

Le previsione per il weekend – Sabato tempo instabile sul settore tirrenico (bassa Toscana, Lazio, Campania, Sardegna e Sicilia occidentale) dove avremo piogge e rovesci irregolari. Le piogge saranno più insistenti e continue su basso Lazio e Campania, dove potremo registrare accumuli di pioggia consistenti. Tempo migliore, con alternanza di nubi e sole, sul settore ionico e dall’Abruzzo fino alla Puglia. Al Nord: nubi al Nordovest con piogge tra l’est della Lombardia e il Nordest. Le piogge più intense cadranno su Veneto ed Emilia Romagna. Nel pomeriggio peggiora anche al Nordovest, con piogge però più deboli e intermittenti. Si alzerà la quota neve per l’afflusso di aria più tiepida e avremo nevicate sulle Alpi e sull’Appennino settentrionale a partire dai 700 metri. Attenzione al forte Maestrale in Sardegna, al Libeccio al Sud e in Sicilia. Soffierà una forte Bora sull’Alto Adriatico e la Tramontana in Liguria. Caleranno le temperature massime al Nordest. Domenica migliora al Nord e gli effetti del nuovo vortice ciclonico si avranno su est della Sardegna e sulla Sicilia occidentale e tra il basso Lazio e la Campania. Peggiora anche sul settore adriatico dalla Romagna alla Puglia.

Gelo artico in arrivo – A inizio settimana sembra confermata dai modelli l’irruzione di una massa d’aria artica continentale in arrivo da Est. Si tratterà di un vero e proprio anticipo d’inverno, configurazione piuttosto insolita in questo periodo. Il freddo ai estenderà su tutta Italia, raggiungendo anche l’estremo Sud. Soffieranno forti venti settentrionali sulla Penisola, con forte Tramontana al Centrosud. Al Nord i valori pomeridiani saranno davvero bassi per il periodo e compresi tra i 6 e i 9 gradi. (Tgcom)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy