Milan, 48 ore hanno cambiato il destino. Cristante sorride.

Milan, 48 ore hanno cambiato il destino. Cristante sorride.

Riavvolgiamo il nastro di una settimana. Il Milan è ad un passo dall’acquisto di Radja Nainggolan, 7 milioni e mezzo destinati al Cagliari per la comproprietà del belga, più la metà del cartellino di Bryan Cristante, pronto a giocare la seconda parte di stagione in Sardegna. Poi il Napoli e…

Riavvolgiamo il nastro di una settimana. Il Milan è ad un passo dall’acquisto di Radja Nainggolan, 7 milioni e mezzo destinati al Cagliari per la comproprietà del belga, più la metà del cartellino di Bryan Cristante, pronto a giocare la seconda parte di stagione in Sardegna. Poi il Napoli e la Roma (che ora l’ha in pugno) accelerano in maniera determinante per arrivare a Nainggolan, il Diavolo si chiama fuori e contemporaneamente un problema all’adduttore lascia ai box Riccardo Montolivo. Bryan Cristante in rampa di lancio, contro l’Atalanta la prima chance dal primo minuto. 

Classe 1995, nessun patema d’animo. Esordio affrontato di petto. Prestazione coraggiosa e classe sopraffina mostrata in occasione del terzo gol rossonero. Il più giovane milanista di sempre ad esordire in Champions League (a 16 anni e 278 giorni in Viktoria Plzen-Milan del 2011) ora vede il suo destino stravolto. Da partente a punto fermo del finale di stagione rossonero. L’amministratore delegato Adriano Galliani lo ha blindato: “Non si muove da qui”. In una settimana si è capovolto il mondo. (TMW)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy