Milan, arrivano le denuncie. Provvedimento per 35 ultra’.

Milan, arrivano le denuncie. Provvedimento per 35 ultra’.

MILANO – Trentacinque ultrà milanisti sono stati denunciati a piede libero dalla Digos della Questura di Milano, Squadra Tifoserie, per la contestazione di domenica scorsa a Galliani e ad alcuni giocatori, in occasione di Milan-Parma. I reati contestati sono di “manifestazione non preavvisata”, “istigazione a delinquere”, “minacce aggravate da parte…

MILANO – Trentacinque ultrà milanisti sono stati denunciati a piede libero dalla Digos della Questura di Milano, Squadra Tifoserie, per la contestazione di domenica scorsa a Galliani e ad alcuni giocatori, in occasione di Milan-Parma. I reati contestati sono di “manifestazione non preavvisata”, “istigazione a delinquere”, “minacce aggravate da parte di più persone riunite” e “porto di oggetti atti ad offendere nell’ambito di manifestazioni sportive”. Si tratta di un pugno duro senza precedenti da parte della polizia, visto che alle eventuali conseguenze penali seguiranno i Daspo, con il divieto di accesso allo stadio per tutte e 35 le persone denunciate. La stretta nei confronti degli ultrà del Milan, se verrà seguita anche da altre questure italiane nelle frequenti contestazioni che si ripetono nel calcio italiano, prefigura la tolleranza zero, con un inasprimento delle sanzioni contro le frange estreme del tifo organizzato. C’è anche un appello contro l’omertà: “Denunciate e isolate i violenti”, chiede la polizia.

 

La linea è chiara: la curva non potrà più essere una zona franca. In passato episodi di contestazione anche più violenta erano stati consentiti, al punto da diventare una consuetudine. Ma la questura milanese ha da tempo scelto la linea dura, soprattutto dopo gli avvenimenti dell’11 dicembre, quando in occasione di Milan-Ajax sei tifosi olandesi furono accoltellati, due dei quali in maniera grave. Da allora la Digos ha optato per la durezza, sequestrando striscioni e distribuendo decine di Daspo. A inizio marzo quattro ultrà della Curva Sud sono stati indagati per tentato omicidio e lesioni aggravate, proprio in relazione all’episodio dei ferimenti di Piazzale Lotto. Ora arriva questo nuovo provvedimento, che nasce dalla contestazione col Parma contro i pessimi risultati del Milan. (Repubblica.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy