Milan, ecco chi parte e chi resta

Milan, ecco chi parte e chi resta

Un campionato in ripresa ma nel complesso deludente porterà a una vera e propria rivoluzione al Milan dove, a partire dall’allenatore Clarence Seedorf, sono in pochi a essere certi di una conferma.L’Europa League resta un obiettivo tangibile ma la dirigenza rossonera sta già programmando la prossima stagione e proprio in…

di redazionecittaceleste

Un campionato in ripresa ma nel complesso deludente porterà a una vera e propria rivoluzione al Milan dove, a partire dall’allenatore Clarence Seedorf, sono in pochi a essere certi di una conferma.
L’Europa League resta un obiettivo tangibile ma la dirigenza rossonera sta già programmando la prossima stagione e proprio in questi giorni si sta decidendo su chi resterà o meno con la maglia rossonera.

 

GIOCATORI IN SCADENZA – Sono sette: i portieri Coppola e Abbiati, l’esterno Emanuelson, i centrali difensiviSilvestre (in prestito dall’Inter) e Rami (in prestito con diritto di riscatto dal Valencia) e Taarabt (in prestito dal QPR). Di questi saluteranno sicuramente Coppola e Silvestre: il primo verrà rimpiazzato da Agazzi, già prenotato per giugno, il secondo tornerà all’Inter dopo una stagione incolore. Diverso il discorso per Abbiati ed Emanuelson i cui rinnovi potrebbero arrivare a breve. Rami e Taarabt saranno quasi certamente riscattati: Galliani ha fatto capire a più riprese che l’intenzione di rendere i due giocatori di proprietà del Milan c’è tutta. Si lavora per ottenere uno sconto ma alla fine il Milan dovrebbe averla vinta.

CESSIONE ECCELLENTE – Il prossimo mercato dei rossoneri sarebbe in discesa qualora venisse venduto un top player: solo Balotelli e De Sciglio sono quei giocatori da cui il Milan sa di poter ottenere cifre importanti, tali da finanziare l’intero mercato in entrata. Uno dei due potrebbe essere sacrificato. Più difficile la cessione per El Shaarawy: l’attaccante ex Genoa è reduce da un’annata tribolatissima a causa di alcuni problemi fisici e il suo valore di mercato è inevitabilmente calato.

POCHE CERTEZZE – Andrea Poli è uno dei pochi a essere praticamente certo di restare al Milan. Partendo dalla difesa Abate(ha solo un altro anno di contratto) potrebbe dire addio se arrivasse un’offerta importante: stesso discorso può essere fatto per Zapata. Difficile invece il discorso per Mexes, bloccato al Milan da un ingaggio pesante (oltre 4 milioni di euro sino a giugno 2015) che pochi club sarebbero in grado di sostenere. Montolivo e Honda vestiranno ancora la maglia del Milan ma lo stesso non può dirsi per Muntari e Kakà: in particolare il brasiliano ha la possibilità di intraprendere una nuova avventura all’estero in MLS e non è escluso che alla fine decida in tal senso.

SI RIPARTE DA PAZZINI – In attacco il Milan punterà molto su Pazzini, quasi mai disponibile quest’anno: sta tornando in condizione e può essere l’elemento da cui ripartire. Robinho dovrebbe finalmente salutare Milano, così come Matri: tornerà in rossonero ma solo di passaggio perchè per lui è prevista una nuova cessione. A completare il reparto offensivo ci saranno Petagna e il rientrante Niang: difficile pensare che il Milan decida di investire nuovamente sul francese, protagonista di alcuni atteggiamenti negativi con la maglia del Montpellier (è in prestito da gennaio).

calciomercato.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy