Milan: il malumore di Berlusconi, su Seedorf le ombre di Donadoni e Inzaghi

Milan: il malumore di Berlusconi, su Seedorf le ombre di Donadoni e Inzaghi

Tutti sotto esame, allenatore compreso. La netta sconfitta con l’Atletico Madrid mette in dubbio il futuro alMilan di mister e giocatori. Come scrive la Gazzetta dello Sport, Seedorf ha fatto peggio di Allegri con 4 vittorie, un pareggio e 6 sconfitte in 11 partite. Ora ne mancano altrettante alla fine…

Tutti sotto esame, allenatore compreso. La netta sconfitta con l’Atletico Madrid mette in dubbio il futuro alMilan di mister e giocatori. Come scrive la Gazzetta dello SportSeedorf ha fatto peggio di Allegri con 4 vittorie, un pareggio e 6 sconfitte in 11 partite. Ora ne mancano altrettante alla fine del campionato, undici giornate che rappresentano un test anche per le scelte da prendere in vista della prossima stagione. BERLUSCONI – Silvio Berlusconi ha scelto l’olandese e finora l’ha sempre difeso, però non ama fare figuracce, soprattutto in Europa. Galliani è andato via scuro in volto, senza passare dagli spogliatoi. Secondo La Repubblica, il presidente del Milan ha visto la partita in tv e non è rimasto per niente soddisfatto. E’ la seconda volta da quando in panchina siede Seedorf: il malumore di Berlusconi aveva preso corpo già dopo la sconfitta di Napoli

 

INZAGHI E DONADONI – Il tecnico ha dalla sua un contratto lungo firmato da poco, ma intorno a lui le ombre hanno cominciato ad alzarsi troppo presto e l’eliminazione dalla Champions League non contribuisce certo ad allontanarle soprattutto perché si somma all’altra, giudicata prematura dalla società, in Coppa Italia. All’improvviso la figura di Inzaghi torna a essere ingombrante e domenica a San Siro arriva il Parma di Donadoni, un altro nome importante nella storia del Milan, dove è già tempo di piano B. 

calciomercato

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy