Milan Primavera, da Alessandro Mastalli a Michael Fabbro: quanti nomi ‘speciali’ per Inzaghi

Milan Primavera, da Alessandro Mastalli a Michael Fabbro: quanti nomi ‘speciali’ per Inzaghi

Il Milan Primavera si è aggiudicato il torneo di Viareggio 2014 battendo in finale l’Anderlecht per 3-1 ai tempi supplementari. Tanti i calciatori che si sono messi in luce nella squadra allenata da Pippo Inzaghi: tra questi, Alessandro Mastalli, Michael Fabbro, Luca Vido e Andrej Modic, oltre al ‘fuori-quota’ Andrea…

Il Milan Primavera si è aggiudicato il torneo di Viareggio 2014 battendo in finale l’Anderlecht per 3-1 ai tempi supplementari. Tanti i calciatori che si sono messi in luce nella squadra allenata da Pippo Inzaghi: tra questi, Alessandro MastalliMichael FabbroLuca Vido e Andrej Modic, oltre al ‘fuori-quota’ Andrea Petagna, impressionante nel pomeriggio di ieri. Possiamo parlare di nomi ‘speciali’ perché per mister Inzaghi questi sono davvero calciatori di grande prospettiva. Il successo di ieri conferma quanto il settore giovanile del Milan stia facendo bene e quanto i ragazzi rossoneri stiano crescendo grazie al proprio allenatore. Milan Primavera, quanto talento a centrocampo: Alessandro Mastalli e Andrej Modic.

 

Due dei maggiori talenti del Milan Primavera sono Alessandro Mastalli e Andrej Modic. Il primo è un classe ’96, approdato in Primavera quest’anno dopo essere stato il capitano degli Allievi Nazionali allenati da Inzaghi la scorsa stagione. Numero 17 sulle spalle, Mastalli da metronomo del centrocampo si è trasformato in un centrocampista di inserimento, sempre bravo a farsi trovare pronto e abile nei contrasti. Suo il gol del 3-1 che ha chiuso definitivamente la partita contro l’Anderlecht, suo il cuore e il coraggio del centrocampo rossonero.
Andrej Modic si è ‘preso’ il Milan Primavera sulle spalle di partita in partita. Fisico longilineo, testa alta e fiera, è il cervello del 4-3-1-2 schierato da Inzaghi nel torneo di Viareggio. I calci piazzati, sia che si tratti di calci di punizione che calci d’angolo, sono tutti suoi. Le sue prestazioni sono cresciute in maniera esponenziale in semifinale, quando contro la Fiorentina è stato uno dei migliori in campo, nonché l’autore di una splendida rete su calcio di punizione. Se confermerà i progressi mostrati in questa stagione il Milan potrebbe aver trovato un regista di centrocampo molto interessante.

Milan Primavera, l’attacco esplosivo: Michael Fabbro e Luca Vido

Ogni volta che è entrato il Milan Primavera è cambiato. Parliamo di Michael Fabbro, mai una volta titolare nella Viareggio Cup 2014 ma l’uomo decisivo per il successo in finale, grazie al gol del momentaneo 2-1 nel primo tempo supplementare della sfida contro l’Anderlecht. Di Fabbro colpisce la cattiveria con cui entra in campo e la grande personalità, nonostante sia un classe ’96. Da sempre è stato uomo bomber, ma in pochi conoscevano le grandi doti fisiche.
L’altra stella dell’attacco del Milan Primavera è Luca Vido. In tanti hanno speso belle parole su di lui, e il nostro orgoglio è essere stati forse i primi in Italia a parlarne. Vido non è propriamente una prima punta, ma vede la porta come se lo fosse. L’attaccante vicentino è un classe ’97 ed è stato uno dei grandi protagonisti dell’ultimo Mondiale Under 17, quando tutti si aspettavano invece Alberto Cerri. Siamo sicuri che il futuro sia dalla sua parte, il tempo ci darà ragione.

Cittaceleste.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy