Mondiale, Italia: allarme Buffon, salta l’Inghilterra…?

Mondiale, Italia: allarme Buffon, salta l’Inghilterra…?

La rinuncia forzata a De Sciglio aveva già costretto Cesare Prandelli a una serie di riflessioni supplementari, in vista dell’esordio al Mondiale. L’allenamento della vigilia di Inghilterra-Italia aggiunge un altro pensiero alla notte del c.t.: Gigi Buffon ha lasciato anzitempo la seduta per una distorsione alla caviglia sinistra, sottoponendosi subito…

La rinuncia forzata a De Sciglio aveva già costretto Cesare Prandelli a una serie di riflessioni supplementari, in vista dell’esordio al Mondiale. L’allenamento della vigilia di Inghilterra-Italia aggiunge un altro pensiero alla notte del c.t.: Gigi Buffon ha lasciato anzitempo la seduta per una distorsione alla caviglia sinistra, sottoponendosi subito alle terapie. L’infortunio, che secondo le prime indiscrezioni riguarderebbe anche il ginocchio, sembra mettere a rischio la presenza del portiere con l’Inghilterra. Le prossime ore saranno fondamentali. DIFESA — Per quanto riguarda la difesa, Paletta dovrebbe far coppia con Barzagli al centro del reparto, occupando il posto lasciato libero da Chiellini, scivolato verso sinistra per coprire l’assenza di De Sciglio. Darmian resta sul lato destro e Abate si accomoda in panchina, insieme a Bonucci. Non sarà certo il breve passato di Paletta nel Liverpool a convincere Prandelli a puntare su di lui (una manciata di presenze nella stagione 2006-07, quando per Sturridge e Sterling la maglia dei Reds era un sogno adolescenziale). Né il rendimento offerto dal centrale del Parma nelle ultime amichevoli, calato per colpa di un guaio fisico. Piuttosto, contano l’ottima prova con la Spagna al Calderon, quando Gabriel stava bene, e la fiducia che il commissario tecnico azzurro ripone in questo giocatore. 

 

GLI ALTRI — Meno dubbi davanti: nel 4-1-3-1-1 (i numeri sono puramente indicativi delle posizioni, il calcio poi non si sviluppa certo su cinque linee immutabili), Balotelli sarà il nostro terminale offensivo. Lui sì, unico del gruppo, ha un’esperienza inglese significativa, non potendo considerare tale la parentesi di Aquilani ad Anfield. Dietro Mario, ci sarà Candreva, comunque largo sulla corsia destra. Marchisio e soprattutto De Rossi, sistemato davanti alla difesa, dovranno correre parecchio per permettere all’Italia di concedersi il lusso del doppio regista: Pirlo per il gioco lungo, Verratti per quello corto e rapido. Se il c.t. non ci ripensa nella notte umida dell’Amazzonia, siamo questi. Con Buffon tra i pali, speriamo, senza nulla togliere ai validi sostituti.

Gazzetta.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy