Napoli, terrore in strada ai Decumani: uomo ucciso tra la folla della Giudecca Vecchia

Napoli, terrore in strada ai Decumani: uomo ucciso tra la folla della Giudecca Vecchia

NAPOLI – Attorno alle 19,45 le pistole “cantano” a via Giudecca Vecchia, ad un passo dalla pizzeria “E figllole”. Resta a terra un uomo, ad un passo dal passeggio natalizio ai Decumani. In piena Forcella. Si chiamava Michele Castellano, 43 anni, pregiudicato, per la polizia appena arrivata sul posto dove…

NAPOLI – Attorno alle 19,45 le pistole “cantano” a via Giudecca Vecchia, ad un passo dalla pizzeria “E figllole”. Resta a terra un uomo, ad un passo dal passeggio natalizio ai Decumani. In piena Forcella. Si chiamava Michele Castellano, 43 anni, pregiudicato, per la polizia appena arrivata sul posto dove tutto resta sospeso attorno a quel cadavere per lunghissimi minuti.  E’ il silenzio che segue le esecuzioni. L’aria è rotta, d’improvviso. prima dal grido dei parenti e poi dalle sirene della polizia. La folla della sera si era già dileguata, aperta come il Mar Rosso dal commando che piombava sulla sua vittima per abbandonarla in un deserto.  L’uomo abitava a pochi passi, a via Santa Maria Antesaecula.

 

Era nel suo “territorio” dove, in genere, ci si sente protetti. Da ogni angolo, infatti, sbuca chi lo conosceva mentre le decorazioni di Natale si specchiano nei cristalli delle Volanti e si alza il griso: “Fatecelo vedere”. Dalle carte della polizia emerge subito il ritratto della cosidetta “persona nota”. Volendo cercare di dare un senso a questo altro sangue versato per le strade di Napoli ci si interroga sulle frequentazioni di Castellano. Per gli inquirenti era vicino al clan Mazzarella. (Leggo.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy