Pistorius vomita in aula durante il processo. Il vigilante: “Al telefono mi disse: tutto bene”

Pistorius vomita in aula durante il processo. Il vigilante: “Al telefono mi disse: tutto bene”

PRETORIA – Seconda settimana del processo per l’omicidio di Reeva Stenkamp che vede imputato il fidanzato Oscar Pistorius. “Va tutto bene”, avrebbe dettol’atleta poco dopo aver ucciso la donna. Pistorius era al telefono con il vigilantes addetto alla sicurezza del compound di villini dove viveva. Lo ha raccontato lo stesso…

PRETORIA – Seconda settimana del processo per l’omicidio di Reeva Stenkamp che vede imputato il fidanzato Oscar Pistorius. “Va tutto bene”, avrebbe dettol’atleta poco dopo aver ucciso la donna. Pistorius era al telefono con il vigilantes addetto alla sicurezza del compound di villini dove viveva. Lo ha raccontato lo stesso Pieter Baba, secondo quanto riportano i media sudafricani, testimoniando al processo.  “Ho telefonato io per primo a Pistorius”, dopo essere stato allertato dai vicini, ha detto. “Lui mi ha richiamato e mi ha detto che andava tutto bene, ma mi sono reso conto che stava piangendo, poi la telefonata si è interrotta”, ha raccontato ancora il vigilantes incalzato dall’avvocato dalla difesa che invece sostiene che sia stato l’ex campione a chiamare la guardia. 

 

 

LA LETTURA DELL’AUTOPSIA Oscar Pistorius ha vomitato in tribunale quando il medico legale ha descritto lo stato del cranio della fidanzata Reeva Steenkamp fracassato da un proiettile. Lo scrivono i media sudafricani. Prostrato, con un fazzoletto in mano per asciugarsi le lacrime occhi, durante la lettura dell’autopsia l’ex campione ha avuto un attacco di nausea, ha nascosto la testa tra le gambe e poi ha vomitato. (Leggo.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy