Poli: “So io come battere la Juve”.

Poli: “So io come battere la Juve”.

Il Jolly della banda Seedorf, colui che crea l’equilibrio in partita, trequartista aggiunto nel momento di attaccare e aiuto difensivo nelle situazioni piú complicate non ha dubbi, sa come battere la Juventus domenica sera. Dopo Montolivo, Taarabt e Rami, ora tocca al centrocampista creare la motivazione per fare del buono.…

Il Jolly della banda Seedorf, colui che crea l’equilibrio in partita, trequartista aggiunto nel momento di attaccare e aiuto difensivo nelle situazioni piú complicate non ha dubbi, sa come battere la Juventus domenica sera. Dopo Montolivo, Taarabt e Rami, ora tocca al centrocampista creare la motivazione per fare del buono. Andrea Poli é stato intervistato dalla Gazzetta, ha parlato di Seedorf, di Allegri, di Balotelli, di arbitri e tanto altro, come la super sfida di domani sera. Lui che giá l’anno scorso con la Sampdoria ha fermato i bianconeri sia all’andata che al ritorno, vuole ripetersi anche con questa maglia. ” Seedorf mi esalta, é un allenatore che cerca molto il dialogo. Non mi sono mai sentito fuori dal suo progetto, anzi: ho capito fin da subito che lui puntava su di me” . Parole forti e di grande speranza quelle di Poli che si sente importante e al centro del progetto del tecnico olandese. “Alla Sampdoria non perdonó Icardi e domani sera chi sará il vostro Maurito?” Poli non ha dubbi e risponde: “Pazzini”; speriamo allora non faccia rimpiangere l’assenza di Balotelli. (dnamilan.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy