Roma, caos su twitter

Roma, caos su twitter

Radja Nainggolan è un guerriero sempre. In campo, quando c’è da lottare non tira mai dietro la gamba. Sui Social Network, invece, non tiene mai a freno le dita. Aperto al dialogo, al confronto: diretto, schietto, senza fronzoli né peli sulla lingua, risponde a tutti: agli amici e ai tifosi…

Radja Nainggolan è un guerriero sempre. In campo, quando c’è da lottare non tira mai dietro la gamba. Sui Social Network, invece, non tiene mai a freno le dita. Aperto al dialogo, al confronto: diretto, schietto, senza fronzoli né peli sulla lingua, risponde a tutti: agli amici e ai tifosi come ai detrattori che lo insultano. Entra in tackle quando subisce l’intervento (sia pure verbale) a gamba tesa e sa come farsi rispettare anche in un tweet. E attraverso il proprio account ufficiale interagisce con gli utenti della Rete: più che ‘cinguettii’ i suoi veri e propri ruggiti… basta dare un’occhiata al botta e risposta avuto con chi proprio non è un suo estimatore dopo la vittoria a Bergamo coi giallorossi.Na “Sei una frigna. Solo perdendo tempo vincete”, gli scrive Andrea Minchio. Il mediano della Roma ha la battuta pronta e replica alla sua maniera: “Posso solo dire questo dietro al nome tuo manca il ne… Fai te”. Ma è solo il primo round perché di risposta pepata ne arriverà un’altra poco dopo, sempre a causa del vizio di alcuni di misurarsi con lui dietro lo schermo di un computer… finito nel mirino di un altro contestatore (che si rivolge al calciatore con toni tutt’altro che rispettosi), l’ex centrocampista del Cagliari accoglie lo sfogo, lo legge e va giù duro scegliendo l’ironia per ‘mettere a posto’ il tifoso un po’ sopra le righe. “Macellaio di m… va che la maionese si mangia non si mette in testa”, gli scrive con astio l’interlocutore facendo riferimento alla rudezza del suo gioco. Nainggolan non si scompone affatto e sa già come rispondere: “Bambino è finito peppa pig. Ma vai a dormire…”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy