SALVINI INZAGHI

SALVINI INZAGHI

orna a parlare di Milan Matteo Salvini. Il politico e grande tifoso della squadra rossonera, dopo le esternazioni fatte contro Muntari al termine del match contro il Verona, prende di mira Pippo Inzaghi. Non utilizza mezzi termini e, ai microfoni di Radio 24 durante il programma La Zanzara, si scaglia…

orna a parlare di Milan Matteo Salvini. Il politico e grande tifoso della squadra rossonera, dopo le esternazioni fatte contro Muntari al termine del match contro il Verona, prende di mira Pippo Inzaghi. Non utilizza mezzi termini e, ai microfoni di Radio 24 durante il programma La Zanzara, si scaglia contro SuperPippo che, a parer suo, andrebbe esonerato: “Va cacciato! Ero il suo primo tifoso, quando è arrivato sulla panchina del Milan ho stappato lo spumante. La squadra fa pena, è vero, ma anche lui non mi pare tanto presente”.

Esonerare Inzaghi per ripartire e, magari, liberarsi di alcuni giocatori non da Milan, come Muntari: “Prenderà pure milioni di euro, ma mio figlio gioca meglio. In campo lavora male. Gli immigrati che lavorano bene sono i benvenuti”.  Secondo Salvini si dovrebbe dunque puntare su una squadra composta prevalentemente da giocatori italiani come accadeva qualche tempo fa: “Fosse per me tornerei subito a tre stranieri, quando nel Milan giocavano Gullit, Van Basten e Rijkard”.

 

Ne ha anche per Balotelli. SuperMario era intervenuto in difesa di Muntari e Salvini risponde nuovamente all’ex Milan: “Un genio. Faccia le primarie e poi vediamo se è migliore di me in politica. È un maleducato, non può essere un modello di vita. L’unica cosa che gli invidio sono i soldi”. (http://calciomercato-milan.it/)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy