Schumacher torna a Casa?

Schumacher torna a Casa?

La moglie di Michael Schumacher spenderà circa 12 milioni di Euro per costruire una suite medica attrezzata nella casa di famiglia in modo che suo marito possa lasciare l’ospedale. Anche se a Corinna Schumacher, 45 anni, è stato detto dai medici che è altamente improbabile che il pilota si sveglierà…

di redazionecittaceleste

La moglie di Michael Schumacher spenderà circa 12 milioni di Euro per costruire una suite medica attrezzata nella casa di famiglia in modo che suo marito possa lasciare l’ospedale. Anche se a Corinna Schumacher, 45 anni, è stato detto dai medici che è altamente improbabile che il pilota si sveglierà dal coma farmacologico, lei ha deciso di utilizzare il patrimonio di famiglia di oltre 600 milioni di Euro per realizzare una stanza che possa accoglierlo nel loro sontuoso immobile sulle rive del lago di Ginevra, Svizzera.

 

Oggi sono passati esattamente tre mesi dal giorno in cui Schumi ha avuto quel terribile incidente sugli sci a Maribel, in Francia. Dal 29 dicembre scorso, il sette volte campione del mondo di Formula Uno è stato messo in coma farmacologico per ridurre il gonfiore al cervello. Da allora, ci sono stati pochi segnali di ripresa incoraggianti e il pilota si sta consumando nel suo letto d’ospedale, ha già perso il 25 per cento della sua massa corporea ad ora pesa poco più di 50 chilogrammi.

Un amico di Schumacher, che conosce la famiglia da 25 anni, ha detto al Sun: ‘I miracoli accadono, naturalmente, e visto che è un uomo molto ricco, la sua famiglia non ha problemi per spendere i soldi per le sue cure. Ma tutti i soldi del mondo non possono risolvere quello che è gli successo. La sua famiglia si sta organizzando per un futuro di immobilità permanente‘. La vita della famiglia è stata completamente stravolta dall’incidente, ogni giorno i suoi cari fanno chilometri e chilometri di strada per andare e tornare dalla loro casa in Svizzera all’ospedale universitario di Grenoble, in Francia, dove Schumacher sta ricevendo la migliore assistenza possibile. Trascorrono fino a dieci ore al suo capezzale, pregando per la sua guarigione e parlando con lui, prima di tornare a casa la sera. (Leggilo. net)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

0
Articolo successivo

Recupera Password

accettazione privacy