Schumacher, visionato il video. Ecco la verità!

Schumacher, visionato il video. Ecco la verità!

Michael Schumacher sciava a velocità ridotta quando è caduto sulle piste di Meribel. Lo confermerebbero, secondo quanto riportato dall’emittente francese BFMTV, le immagini registrate dalla telecamera installata sul casco del pilota. Il video, che è stato consegnato volontariamente dalla famiglia agli inquirenti, sarebbe stato analizzato nelle scorse ore. “Non poteva…

Michael Schumacher sciava a velocità ridotta quando è caduto sulle piste di Meribel. Lo confermerebbero, secondo quanto riportato dall’emittente francese BFMTV, le immagini registrate dalla telecamera installata sul casco del pilota. Il video, che è stato consegnato volontariamente dalla famiglia agli inquirenti, sarebbe stato analizzato nelle scorse ore.

 

“Non poteva vedere quel sasso” – Andava piano, Schumi. Può sembrare surreale accostare certe parole a uno dei più grandi campioni di sempre di Formula Uno, ma il video acquisito dalle autorità che stanno cercando di fare chiarezze sull’accaduto, e che è stato registrato dalla telecamera che il fuoriclasse tedesco aveva sul proprio casco, dimostrerebbero proprio questo: Schmacher stava sciando a una velocità ridotta. Inoltre, sempre secondo quanto anticipato dall’emittente francese, Michael si stava spostando da una pista battuta a un’altra, attraversando quindi un tratto in neve fresca. Qui avrebbe urtato un sasso reso non visibile dalla neve che vi era sopra, avrebbe perso uno sci e, infine, sbattuto la testa. Con i conseguenti gravissimi danni che ben conosciamo.

Attese le conferme – Come sempre, in questi casi, è il caso di aspettare conferme ufficiali prima di dare per assodata la ricostruzione dell’incidente fatta dall’emittente locale BFMTV, ma già da alcuni giorni, considerando il luogo dell’impatto, e la testimonianza di un turista, sembra assai probabile che il sette volte campione del mondo sia stato vittima di una terribile fatalità. Non resta che sperare che i leggeri segni di miglioramente degli ultimi giorni siano solo l’anticamera di un quadro clinico destinato a migliorare di giorno in giorno.(Tgcom24.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy