Seedorf : “Nessuna punizione per Balotelli”. Niente “Faraone” fino al prossimo anno

Seedorf : “Nessuna punizione per Balotelli”. Niente “Faraone” fino al prossimo anno

– Primavera? “Siamo in contatto con Galli, abbiamo già fatto venire qualche giocatore per osservarlo”. – Cristante? “Tornerà a disposizione fra qualche giorno. Farà il suo percorso per diventare il giocatore che tutti sappiamo può diventare”. – El Shaarawy? “Lo vorrei preservare per l’anno prossimo, non gli metteremo fretta. La…

Primavera? “Siamo in contatto con Galli, abbiamo già fatto venire qualche giocatore per osservarlo”.

Cristante? “Tornerà a disposizione fra qualche giorno. Farà il suo percorso per diventare il giocatore che tutti sappiamo può diventare”.

El Shaarawy? “Lo vorrei preservare per l’anno prossimo, non gli metteremo fretta. La sua salute è il capitale della società, dobbiamo andare con molta cautela”

A rischio? “Quante volte è successo che un allenatore va via dopo 3 mesi a metà stagione? Io ho un contratto e la fiducia della società. Sto cercando di dare il mio meglio. Sono venuto qui per cominiciare a pensare al futuro. Con questa ottica ci stiamo muovendo”.

Antivirus attivo? “Dipende cosa guardi… so cosa abbiamo fatto a livello personale e d’ambiente. Abbiamo tutti i giocatori a disposizioni, tranne El Shaarawy. Purtroppo non siamo riusciti a dare risultati che vogliamo. Tutte le squadre vogliono vincere. Ci vuole tempo, ma non si sa quanto.”

Punizioni Balo? “Non ci sono punizioni. Scelte fatte a livello tecnico e non personale. Pazzini titolare? No, domani no. Lo rispetto come professionista: abbiamo due attaccanti…”

Che partita sarà? “Mi aspetto un Parma organizzato, con ottime individualità davanti e con una buona difesa. Facciamo i complimenti all’avversario che sta facendo bene. Noi faremo di tutto per giocare da Milan.”

Seedorf, cosa non rifaresti in questi due mesi? “Quando ho fatto un errore cerco di imparare. Nessuno vive in maniera perfetta, io sorrido. C’è gente che ha ragione a essere tristi, adesso so apprezzare quello che ho”.

Seedorf cambiato negli atteggiamenti? “Ho una filosofia di lavoro: non uso il bastone. Io uso carota e non carota. E quando c’è da riprendere una situazione, è sempre costruttivo. Abbiamo bisogno di tempo. Quando sono arrivato, la squadra non ha avuto buone condizioni fisiche e mentali”

Sul Parma e i tifosi: “Dobbiamo rispettare i sentimenti dei tifosi. Sono convinto che anche con partite perse, hanno applaudito la squadra: quando vedono l’impegno della squadra apprezzano. Il risultato, però, è l’unica cosa che rimane. So che i tifosi faranno quel che serve al Milan, sosterranno la squadra. Tifosi su Balo? Tutti i giocatori devono andare in campo aiutandosi, non c’è un colpevole. Siamo tutti al lavoro per ottenere il massimo. Dobbiamo rispettare i sentimenti ai tifosi, abbiamo il dovere di dare al 100%. Si farà di tutto, con la società, per creare un Milan degno di questa maglia e di questa società. Io credo in questo gruppo. Manca un po’ di autostima”.

Il percorso della squadra: “L’Atletico ha meritato la vittoria, adesso giriamo pagina: la società ha dichiarato quale è l’obiettivo, ovvero andare in Europa. Cercheremo di fare questo con tutte le nostre forze. Ci focalizzeremo su campo e dettagli, migliorando ogni aspetto”.

***Adesso spazio alla conferenza***

Cambio di atteggiamento di Seedorf in allenamento? “Il bastone l’hanno avuto il tempo prima. Io continuerò ad utilizzare carota e non carota. Il mio atteggiamento è sempre stato questo, sorridente. E’ l’unico modo per mostrare che sai per superare le difficoltà. Non cambierò le mie caratteristiche e il mio approccio alla squadra. Quando si va al lavoro con un pizzico di sorriso si lavoro meglio”

Differenza di prestazione tra primo e secondo tempo? “Sono due anni che il Milan rincorre. Psicologicamente è sempre duro, quando costruisci e poi vai sotto. Reagire è complicato, ecco perché è importante portare a casa il risultato. Le grandi squadre non sempre giocano bene, ma si deve portare a casa il risultato. Con l’Atletico Madrid per 60 minuti veramente bene. Non ho trovato una squadra in grande forma fisica e mentale, non si può pensare che tutto sia migliorato in breve tempo. I giocatori stanno migliorando, i risultati non sono arrivati in maniera costante. E questa è la nostra ricerca”.

Prima della conferenza le parole a Milan Channel: “Il Parma sta bene, in grande salute: sarà una partita tosta. Coppa? Ci metteremo di tutto per riuscirci, guardando partita per partita. Abbiamo 11 gare di campionato, con un obiettivo ben preciso. La squadra è pronta per dare il 100%. Balo? Non c’è niente. Mario, per prevenzione, è rimasto dentro. Ha fatto 30 minuti con l’Udinese e poi a Madrid: ha avuto un semplice affaticamento, abbiamo fatto prevenzione. E’ normale che nei momenti di sconfitta, conosciamo in questo mondo, si cerca di venire fuori con un sacco di colpevoli e colpe. Rimaremo uniti e focalizzati: se avessimo vinto con Juve e Atletico in casa, qualcosa sarebbe cambiato. Lavoriamo con entusiasmo, ci sono persone che hanno problemi più seri nella vita. Tifosi? Nei miei conronti tanto amore e aspettative. Loro si aspettavano qualcosa da me di importante. Sono certo che durante la partita i tifosi daranno l’interesse di società e maglia”.

– Buongiorno amici di MilanNews.it. Tra pochi istanti Clarence Seedorf, in vista della partita di domani contro il Parma, parlerà in conferenza stampa. Segui tutte le sue dichiarazioni in diretta, qui su MilanNews.it. (Milannews.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy