Seedorf scioglie ogni dubbio sul duo Pazzini-Balotelli: “Possono giocare insieme”.

Seedorf scioglie ogni dubbio sul duo Pazzini-Balotelli: “Possono giocare insieme”.

Queste le parole in conferenza stampa del tecnico del Milan Clarence Seedorf prima della partita contro il Torino. Due vittorie nel finale? “Questo dimostra il carattere della squadra, che non molla e che ha la forza e la volontà di cercare il miglior risultato possibile fino alla fine. Il Torino…

Queste le parole in conferenza stampa del tecnico del Milan Clarence Seedorf prima della partita contro il Torino. Due vittorie nel finale? “Questo dimostra il carattere della squadra, che non molla e che ha la forza e la volontà di cercare il miglior risultato possibile fino alla fine. Il Torino di Ventura? “Ho sempre apprezzato Ventura, le sue squadre sono sempre state fastidiose da affrontare. Mi ricordo il suo Bari. Per questo domani sarà dura contro una squadra che ha fatto benissimo finora. Dobbiamo continuare a crescere, consapevoli di quello che dobbiamo fare in campo”

Cerci? “Un ottimo talento e quando affronti giocatori del genere ci vuole sempre maggiore attenzione. Noi però dobbiamo pensare soprattutto a quello che dobbiamo fare come squadra. Il Torino è una squadra molto cinica e per questo dobbiamo avere chiaro in testa quello che dobbiamo fare”.

Cosa penso del turnover? “Ho iniziato due settimane fa e non lo so. Vista la mia esperienza da giocatore credo che sia giusto verificare singolarmente le condizioni dei giocatori e le qualità degli avversari. Ci sarà spazio per tutti, ma bisogna che siano pronti. La grande forza dei top club è la panchina, dove ci sono giocatori che fanno la differenza anche in panchina”.

Taarabt una mia richiesta? “Assieme a Galliani ne abbiamo parlato e ho parlato con il ragazzo. Ha grandi motivazioni e mi sembra che sia pronto per aiutarci. Il suo carattere? Se ne parla tanto ma prima voglio conoscerlo”.

Essien? “Sta bene, ma deve crescere. Domani non partirà dall’inizio”.

Felice per il mercato del Milan? “Io sono felice sempre, soprattutto perché sono qui”.

Abate e De Sciglio sugli esterni? “Anche qui dobbiamo valutare. De Sciglio per me è molto più forte a destra che a sinistra. Anche se dobbiamo capire dove rendono al massimo tutti i giocatori”.

Pazzini e Balotelli insieme? “Certo, ma anche qui dipende dalla partita. Pazzini è l’unico giocatore offensivo che può fare solo la prima punta, mentre Balotelli ha più posizioni”.

Io allenatore che lavora anche sul mercato? “Non lo so, ancora devo scoprirlo. Per adesso penso che ci sia grande sintonia con la società e questo è importante”.

Interventi in difesa? “A fine stagione faremo il punto della situazione in generale per non mancare di rispetto a tutti quelli che ci sono adesso. I tifosi devono stare tranquilli, tutto quello che facciamo è pensato. Il mercato di gennaio è difficile è complicato, dove ci sono poche opzioni che ti fanno migliorare. Questo è un concetto che va capito. Poi puoi avere anche i migliori difensori al mondo ma rischi sempre di prendere cinque gol perché il resto della squadra non lavora nel modo migliore”.

Saponara? “L’ho visto tre volte in allenamento, è poco per valutarlo. Adesso è inutile rispondere”.

Cerci da Milan? “Non lo so, lo conosco poco. In generale i talenti in Italia vengono sempre valutati”.

Berlusconi? “Non l’ho sentito, è impegnato, però ci ha promesso che appena può verrà a trovarci”(TMW)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy