Sigarette più care dal 1° gennaio. Scende l’imposta sulle e-cig

Sigarette più care dal 1° gennaio. Scende l’imposta sulle e-cig

(Teleborsa) – Via libera definitiva al ricaro delle accise sui tabacchi. Il decreto è stato approvato ieri dal Consiglio dei Ministri su proposta del Ministro dell’Economia Pietro Carlo Padoan. Dal 1° gennaio prossimo, i fumatori vedranno aumentare le sigarette, marginalmente quelle di fascia più alta, in modo più marcato per…

(Teleborsa) – Via libera definitiva al ricaro delle accise sui tabacchi. Il decreto è stato approvato ieri dal Consiglio dei Ministri su proposta del Ministro dell’Economia Pietro Carlo Padoan. Dal 1° gennaio prossimo, i fumatori vedranno aumentare le sigarette, marginalmente quelle di fascia più alta, in modo più marcato per quelle “low-cost”, il cui aumento dovrebbe arrivare a 20 centesimi. Il decreto si applica sia ai tabacchi lavorati (e loro succedanei) sia ai fiammiferi e prevede una rimodulazione dell’imposta, che si compone di una parte fissa (più alta) ed una parte variabile “ad valorem” (più bassa). L’idea è quella di incidere maggiormente sui prodotto di fascia più bassa e meno su quelli più costosi, con la finalità di riallinearne i prezzi. Il decreto, inoltre, introduce delle novità per il “fumo alternativo”, sia le sigarette elettroniche (e-cig) che le nuove sigarette “a cialde” e, più in generale, per il fumo a vapore e senza combustione. Per questi prodotti c’è un taglio dell’imposta, inizialmente prevista al 60% e portata attorno al 50%.

(Leggo.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy