• SUL CAN. 669 DELLA TUA TELEVISIONE TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Spinelli: “”Voglio lasciare il Livorno in serie A dopo averlo preso 15 anni fa in C1. Dopo 30 anni di calcio sono stanco”

Spinelli: “”Voglio lasciare il Livorno in serie A dopo averlo preso 15 anni fa in C1. Dopo 30 anni di calcio sono stanco”

Stasera il Livorno ci proverà, ma la stagione passa dalla sfida di domenica col Chievo. Aldo Spinelli, che sarà al fianco di Di Carlo (“vado di sicuro per vedere lo stadio della Juventus, lo stadio che sognavo per il Livorno e che non mi hanno mai fatto”), conferma che in…

di redazionecittaceleste

Stasera il Livorno ci proverà, ma la stagione passa dalla sfida di domenica col Chievo. Aldo Spinelli, che sarà al fianco di Di Carlo (“vado di sicuro per vedere lo stadio della Juventus, lo stadio che sognavo per il Livorno e che non mi hanno mai fatto”), conferma che in campo andrà una squadra rimaneggiata, ma che proverà comunque a complicare la vita ai bianconeri. “Andiamo per fare risultato, poi è chiaro che se la Juventus ha fatto 15 vittorie su 15 in casa un motivo ci sarà, è troppo forte, è di un altro pianeta – spiega ai microfoni di Radio Anch’io Sport su RadioUno -. È una partita molto delicata, molto difficile, non è che la nostra classifica possa cambiare di molto. La gara importante è quella di domenica, Di Carlo lascerà fuori giocatori importanti perché diffidati, il nostro campionato ce lo giochiamo domenica col Chievo alle 15. Avremmo voluto giocare in una situazione diversa, ma abbiamo 7 diffidati e con la lotta per la salvezza ormai ristretta a cinque squadre dobbiamo pensare al Chievo, è la partita della vita. Ma chi andrà in campo stasera lotterà, Di Carlo non lascia nulla di intentato, proveremo a portare via un punto ed Emeghara e Siligardi daranno filo da torcere ai difensori juventini”.

 

CALCIO Classifica, curiosità e notizie: vai allo speciale Serie A DI CARLO LOTTATORE — Spinelli ha offerto un cospicuo premio per la salvezza “ma ho messo tutto quello che potevo anche a gennaio, quando abbiamo fatto acquisti importanti anche se Mesbah e Belfodil, pur giocando bene, hanno fatto zero gol. Puntiamo su Paulinho, Greco ed Emerson”. Il presidente amaranto non teme il calendario (“abbiamo la Lazio in casa e a San Siro col Milan possiamo fare risultato”) e crede nel lavoro di Di Carlo, per quanto sia stata dura per lui cacciare Nicola. “Mi è dispiaciuto, è un ragazzo che ho allevato al Genoa, ma nel calcio alle volte bisogna lasciare il cuore da parte – spiega Spinelli -. Di Carlo è un lottatore, Nicola forse aveva affrontato la serie A con troppo bel gioco e pochi punti”. Poi una battuta sul capitano Luci: “Gli abbiamo proposto un contratto sia per la serie A che per la serie B, sta a lui accettare”.

STANCHEZZA — Riprendere il Genoa? Spinelli smentisce: “La voce circola da tempo, ma non ne voglio più sapere niente. A me conviene fare calcio lontano, qui ho trascorso 12 anni e mezzo splendidi ma fare calcio nella propria città è veramente stressante. Invece a Livorno vivo sereno e tranquillo”. Con un desiderio: “Voglio lasciare il Livorno in serie A dopo averlo preso 15 anni fa in C1. Dopo 30 anni di calcio sono stanco, c’è un livornese che vive a Roma ed è interessato, vedremo. Spero a giugno di lasciargli il club in A”.

Gazzetta.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy