SPORT – Batistuta a rischio SLA

SPORT – Batistuta a rischio SLA

Ra-ta-ta-ta-ta. Ancora risuona l’eco della mitragliatrice di “Batigol” sui campi della Serie A. Implacabile bomber, mai dimenticato a Firenze e a Roma, Gabriel Omar Batistuta ora non se la passa molto bene. Le sue ginocchia sono ormai prive di cartilagine ed i tendini sono spappolati; questo impedisce a Batistuta di…

Ra-ta-ta-ta-ta. Ancora risuona l’eco della mitragliatrice di “Batigol” sui campi della Serie A. Implacabile bomber, mai dimenticato a Firenze e a Roma,  Gabriel Omar Batistuta ora non se la passa molto bene. Le sue ginocchia sono ormai prive di cartilagine ed i tendini sono spappolati; questo impedisce a Batistuta di sforzare le gambe per più di mezz’ora. Il medico smentisce, ma la verità è che le molteplici infiltrazioni subite nel corso degli anni per recuperare o smaltire gli infortuni gliela stanno facendo pagare. Si dice che sia a rischio SLA, una malattia degenerativa che colpisce spesso i calciatori (ad esempio Stefano Borgonovo) e di cui si sa troppo poco.
Soprannominato “Re Leone” per la folta chioma, Batistuta era un giocatore che non si rassegnava all’infortunio e su una stagione di 70 partite le giocava quasi tutte dando sempre il massimo. Giocatore elettrizzante, maestro con entrambi i piedi, è famoso per i suoi numerosi goal di potenza sul palo lontano. Un tuono quel destro, che ha rombato moltissime volte in carriera (quasi 250 goal in totale). Con il tempo ha affinato anche il calcio piazzato, che insieme al colpo di testa completava le sue caratteristiche, da attaccante completo. 

Molto curioso è il modo in cui Batistuta si avvicina al calcio. Fin da piccolo era sempre stato interessato da pallacanestro e pallavolo, che nella sua scuola ad Avellaneda (provincia di Buenos Aires) erano gli sport più seguiti. Soprannominato gordo per il suo leggero sovrappeso e gringo per la non usuale chioma bionda, non può iscriversi alle squadre degli sport sopra citati perchè chiuso da compagni più bravi e decide, quindi, di ripiegare nella squadra di calcio. E che ripiego! Da quella scelta inizia la fortuna di Batigol, che avrà una carriera incredibile e segnerà 56 gol con la “Seleccion” albiceleste (record assoluto tuttora). Senza ombra di dubbio è uno dei centravanti puri più forti di sempre.

ilovefootball.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy